Il Tirreno

Montecatini

Delinquenza

Montecatini, i ladri hanno preso di mira i pullman turistici

di Simona Peselli
Montecatini, i ladri hanno preso di mira i pullman turistici

Si ripetono gli episodi già accaduti nella zona di sosta dietro lo stadio. Ladri anche nelle abitazioni private: in un caso rubate due fioriere

29 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





MONTECATINI. Furti con scasso ai pullman turistici parcheggiati nel parcheggio del Terminal Bus, tra via Foscolo e via Cividale. Esiguo il bottino, ma fastidioso il danno. Episodi simili erano avvenuti nelle settimane scorse anche ai torpedoni lasciati in sosta dietro lo stadio Mariotti.

Gli autisti protestano e chiedono più controlli, minacciano inoltre di segnalare alle proprie compagnie di scegliere altre destinazioni più sicure. Settimane calde che stanno vedendo ladri in azione nella zona del cimitero comunale. Stavolta ad essere presi di mira sono stati alcuni bus lasciati in posteggio per la notte. Quando i conducenti si sono recati a prelevare i mezzi si sono trovati difronte a una spiacevole sorpresa. Malviventi erano riusciti ad entrare all’interno dei veicoli dopo aver scassinato la serratura della portiera, e una volta dentro hanno arraffato quello che trovavano. Misera la refurtiva, in alcune circostanze sono spariti occhiali da sole, una felpa, qualche euro in spiccioli lasciato nel cassettino e alcune bottigliette.

Sono in aumento anche in questo periodo gli arrivi di pullman che portano i turisti 'dormi e fuggi' a trascorrere la notte negli alberghi cittadini. Montecatini Terme si sta confermando come una cittadina 'dormitorio' molto spesso preferita dai tour operator per le offerte a basso prezzo, così i numerosi autobus trovano la sistemazione notturna dietro allo stadio oppure nella zona del Terminal bus. Questi mezzi dalle targhe spesso straniere sono diventati una ghiotta attrazione per i furfanti che bazzicano la città e che forti della mancanza di controlli diretti cercano di impossessarsi in qualsiasi modo di oggetti e soldi.

Non va meglio nelle case. Il consiglio è che durante le ore notturne sia preferibile tenere le finestre ben chiuse, nella zona di via Tripoli si sono verificate visite indesiderate in alcune abitazioni. «Purtroppo hanno forzato la finestra di un piccolo bagno e sono entrati – racconta un cittadino – hanno portato via soltanto un vecchio cellulare e alcune bottiglie di vino, perché non c'era nulla di prezioso in casa. In compenso hanno buttato tutto per aria. Rovesciato i cassetti e frugato negli armadi. Ho dovuto lavorare tutto il giorno per ripulire e sistemare il mio piccolo appartamento».

Ma i predoni della notte non si sono fermati qui. Probabilmente attirati dalla bellezza di due vasi con altrettante piante che erano state sistemate davanti a un portone, non ci hanno pensato troppo. Con velocità e precisione hanno portato via le due piante costose e alte quasi due metri lasciando increduli i proprietari quando hanno constatato che davanti alla loro dimora mancava qualcosa.


 

Primo piano
Ambiente

«No alla nuova funivia»: rivolta contro l’ecomostro sull’Appennino tosco-emiliano. I motivi della protesta

di Cristiano Marcacci
Sport