Il Tirreno

Montecatini

Tagli ai servizi

Banche, il sindaco di Ponte Buggianese: «La filiale chiude, proviamo a salvare il bancomat»


	La filiale di Intesa Sanpaolo a Ponte Buggianese
La filiale di Intesa Sanpaolo a Ponte Buggianese

Intesa Sanpaolo ha annunciato anche l’accorpamento dell’ufficio di Pieve a Nievole

16 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Ponte Buggianese «Da parte nostra, nonostante il richiamato immobilismo che smentiamo categoricamente, possiamo affermare pubblicamente che ci siamo già incontrati con la proprietà dell'immobile e col direttore della filiale e la direttrice Area retail Lucca ai quali abbiamo presentato varie richieste con l'obiettivo di mantenere attivo, dopo la chiusura, un bancomat, con sportello evoluto». E ancora: «Di pari passo ci siamo prontamente attivati per capire se ci sono possibilità che nuovi istituti bancari legati al territorio possano approdare nell’area comunale».

Ad affermarlo è il sindaco di Ponte Buggianese Nicola Tesi, che in sostanza conferma la chiusura a ottobre della filiale di Intesa Sanpaolo di via Buggianese (all’ingresso del paese lato via Camporcioni), come anticipato ieri dal Tirreno, che avverrà nel perimetro dell’ultimo piano di razionalizzazioni dell’istituto finanziario, che coinvolge anche l’ufficio di piazza XVII Aprile a Pieve a Nievole e quello di Sanbuca Pistoiese. Ponte sarà accorpato a Montecatini (agenzia di viale Verdi), mentre Pieve a Monsummano (piazza Giusti). In Valdinievole resteranno appena sei uffici del colosso finanziario, nate col glorioso marchio della Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia (e poi di Pistoia e Lucchesia).

«Sulla questione di tale chiusura prevista per la fine del prossimo ottobre – prosegue il sindaco di Ponte Buggianese – mi preme sottolineare che l'amministrazione comunale e il sottoscritto si sono già messi in contatto con la banca stessa circa un mese fa, per capire, in primis, la fondatezza della notizia e successivamente per cercare di ridurre i disagi per i nostri concittadini, penalizzati un anno fa dalla chiusura della filiale del Banco Bpm. Intesa Sanpaolo ha nelle scorse settimane approvato un piano di chiusura degli sportelli sul territorio italiano sia per il 2024 che per il 2025, che purtroppo ricomprende anche la nostra provincia e Ponte Buggianese. Queste chiusure derivano da un uso diverso da parte dei correntisti del sistema banche che si è avviato a grandi passi verso processi smart, come le applicazioni home banking e i processi digitali che riducono gli accessi negli istituti stessi».

Insomma, quali sono le motivazioni importa il giusto, e a giudicare dagli umori in paese non sono nemmeno tanto giustificabili. L’unica certezza è che la banca chiuderà tra pochi mesi, trattasi dell’ennesimo taglio che colpisce la Valdinievole e i suoi servizi al cittadino, sempre più “povero”. Poi, forse, è possibile che rimarrà il bancomat per prelievi e versamenti, almeno quello. l

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Il decreto

Dal governo via libera al Salva-casa: vetrate e sanatorie, le nuove regole