Il Tirreno

Montecatini

La tragedia

Vigile del fuoco morto a 50 anni, il malore in caserma a Torino e i soccorsi dei colleghi: Pescia piange Samuele Del Ministro


	L'ospedale delle Molinette di Torino e Samuele Del Ministro
L'ospedale delle Molinette di Torino e Samuele Del Ministro

La notizia ha sconvolto la città dove lui e la moglie, insegnante all’agrario, sono molto conosciuti. Lascia due bambini. Il ricordo del sindaco: «Abbiamo perso un ragazzo d’oro»

29 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PESCIA. La notizia è arrivata stamani e, come un fulmine si è diffusa in una città ferita e incredula nel sapere che un malore improvviso si era portata via Samuele Del Ministro. E se la morte è sempre qualcosa di difficile da accettare, nel caso di Del Ministro quella incapacità ad arrendersi al destino è ancora maggiore, per l’età dell’uomo e per la profonda catena di affetti che questa improvvisa dipartita ha spezzato.

Samuele Del Ministro, vigile del fuoco, aveva da poco compiuto 50 anni, e lascia due bambini e la moglie Stefania Berti, insegnante di lettere all’istituto agrario Anzilotti, dove la notizia ha destato dolore tra colleghi e studenti.

La tragedia si è consumata a Torino, dove Del Ministro prestava servizio da alcuni mesi, in attesa di rientrare, a breve, in forza al comando di Pistoia. È successo tutto nella notte tra domenica e lunedì, nella caserma dei vigili del fuoco del distaccamento Lingotto: un malore improvviso ha colpito Del Ministro, che era capoturno, mentre si trovava nella sua camerata. In quel momento infatti la sua squadra non era impegnata in alcun servizio. I primi soccorsi sono arrivati proprio dai colleghi, un aiuto qualificato dunque, che ha potuto contare anche sull’utilizzo del defibrillatore, mentre parallelamente veniva dato l’allarme al 112. L’uomo è stato quindi trasportato d’urgenza all’ospedale delle Molinette, dove, dopo lunghissimi tentativi di rianimazione, ai medici non è rimasto altro da fare che dichiararne il decesso.

Come detto la notizia ha destato una profonda commozione, con tantissimi attestati di vicinanza arrivati ai familiari dell’uomo. Tutti ricordano Samuele come una persona solare, legatissima alla sua famiglia e al suo lavoro, e grande amante dello sport. In particolare del podismo. Tra i primi a testimoniare il dolore per questa perdita vi è infatti gruppo sportivo Run...dagi, di Borgo a Buggiano, con la quale Samuele Del Ministro è stato tesserato fino al 2022 «condividendo con noi tante corse – scrive il gruppo – sempre col sorriso e con lo spirito di amicizia che ci contraddistingue. Una tragica notizia che ci lascia senza parole. II Gds Run...dagi si unisce al dolore della moglie e dei figli di Samuele e di tutta la sua famiglia».

Voce rotta quella del sindaco di Pescia Riccardo Franchi, che conosce bene la famiglia di Del Ministro: «È difficile accettare una notizia del genere. Abbiamo perso un ragazzo d’oro, un ragazzo nato e cresciuto a Pescia. Una tragica fatalità che lascia sconvolta l’intera comunità. A nome mio e dell’amministrazione comunale faccio le mie condoglianze a tutti il corpo dei vigili del fuoco, ai colleghi che lo hanno soccorso, a quelli del distaccamento di Pescia e del comando di Pistoia. E alla famiglia, alle sorelle, alla moglie Stefania e ai bambini, mando un grosso abbraccio, un abbraccio a nome personale, come Riccardo, ma anche per conto dell’amministrazione e a nome di tutta la comunità di Pescia che rappresento, e che è rimasta sconvolta da questa notizia». Un abbraccio al quale aggiungiamo anche quello della nostra redazione.

Al momento non sappiamo ancora quando saranno celebrati i funerali che, comunque, saranno officiati a Pescia, nella città di Samuele, quella città che ancora non vuole e non può credere a quanto accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Il lutto

È morta l’”immensamente Giulia” delle Vibrazioni, il ricordo commovente di Sarcina: «Ora più che mai sei lucente armonia»

Ciao Franchino