Il Tirreno

Montecatini

Carabinieri

Pescia, furti di elemosine nelle chiese con il nastro biadesivo: due arresti

Pescia, furti di elemosine nelle chiese con il nastro biadesivo: due arresti

Ladri bloccati alla stazione dopo i colpi nel centro cittadino

08 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Pescia Prima hanno preso di mira la cattedrale. Dove, mentre il complice faceva da palo, l’altro, inserendo dalla fessura per le monete una fettuccia di nastro adesivo, ha svuotato le due cassette delle offerte a fianco dell’altare. Poi hanno raggiunto la vicina chiesa della Madonna di Pie’ di piazza. Dove entrambi, con la stessa tecnica, hanno fatto il bis. Ma proprio mentre erano intenti ad armeggiare inginocchiati con la cassetta delle offerte, sono stati sorpresi da una fedele entrata in chiesa, che ha immediatamente telefonato al 112.

Erano all’incirca le tre di pomeriggio di giovedì della scorsa settimana . Poco dopo, i due ladri di elemosine sono stati bloccati nel sottopassaggio della stazione ferroviaria dai carabinieri, che avevano intuito che gli autori del furto, che la donna aveva ben descritto loro per telefono, si sarebbero dati alla fuga in quella direzione. A finire in manette, Simon Capecchi, 36 anni, e Alessio Frivoli, 43, entrambi residenti a Pistoia. Il primo, tra l’altro, è stato immediatamente riconosciuto dai carabinieri di Pescia, in quanto lo avevano già arrestato nell’aprile dello scorso anno per un furti identico, sempre nella chiesa di Piè di piazza. Una volta perquisiti, nelle tasche dei due sono stati trovato complessivamente 150 euro in monete e banconote, oltre a un rotolo di nastro biadesivo, un paio di forbicine, una piccola torcia elettrica e un’astina metallica smontata in quattro pezzi, del tipo utilizzato per tirare fuori grazie a una sorta di gancio le banconote dalle cassette delle elemosine.

Come detto, i due sono stati arrestati grazie alla pronta segnalazione fatto al 112 dalla donna appena entrata in chiesa, che subito si è resa conto di quanto stava succedendo, anche perché negli ultimi anni le chiese del centro storico di Pescia hanno subito ripetutamente furti simili, compiuti principalmente con la tecnica del biadesivo fissato in fondo a una piccola asta metallica oppure, come nel caso in questione, con un’intera striscia di nastro biadesivo inserita attraverso la fessura delle cassette delle offerte in modo da farvi aderire le monete e le banconote accumulate sul fondo e tirarle fuori.

Mentre i carabinieri stavano effettuando il sopralluogo all’interno della chiesa della Madonna di Pie’ di piazza, il parroco, don Valerio Mugnaini, ha chiesto loro di effettuare un’ispezione insieme a lui anche nella vicina cattedrale, teatro, anch’essa, di recente, di analoghi furti. Ed è così che a terra, alla base delle due cassette delle offerte che si trovano ai lati dell’altare, hanno notato diverse monetine da 1 e 2 centesimi, probabilmente abbandonate lì dai ladri per il loro scarso valore. Perciò, sacerdote e carabinieri hanno immediatamente preso visione della registrazione dell’impianto di videosorveglianza: Simo Capecchi è stato immortalato mentre, circa mezz’ora prima del secondo furto, rubava le elemosine. Dopo aver aperto le due cassette, il parroco ha avuto la conferma che erano state saccheggiate da qualcuno: oltre alla presenza di alcuni pezzetti di nastro biadesivo (identico a quello poi trovato in tasca ai due arrestati), il fatto che contenevano una somma assai inferiore a quella che avrebbe dovuto esserci all’interno dopo una settimana che non venivano svuotate.

Su disposizione del pm i due uomini sono stati messi ai domiciliari in attesa della convalida dell’arresto.

Massimo Donati

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia

Livorno, schiacciata con lo scooter fra due auto: morta una donna di 51 anni

Le nostre iniziative