Il Tirreno

Montecatini

Il fenomeno

Montecatini invasa dai cinghiali, arrivano anche in centro: ecco tutte le zone in cui ormai sono una presenza fissa

Uno degli ultimi avvistamenti di cinghiali a Montecatini
Uno degli ultimi avvistamenti di cinghiali a Montecatini

Nel 2023 la polizia provinciale iniziò una operazione di verifica e abbattimento dopo che gli ungulati si erano spinti nella zona di viale Colombo fino a scorrazzare addirittura nel giardino di una scuola

27 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





MONTECATINI. Torna l’allarme cinghiali in città. Avvistamenti continui negli ultimi giorni di gennaio 2024 a ridosso del centro.

In pineta ormai è un’invasione, c’è pure chi se li è ritrovati a fianco mentre faceva una corsetta all’imbrunire, dileguandosi all’istante. Si sprecano foto e video con gli ungulati protagonisti, sono considerati i nuovi visitatori della città in questo periodo di bassa stagione turistica.

Il loro passaggio si nota eccome nel parco termale, coi prati “lavorati” dalle loro zampate e dal muso che annusa con veemenza e ribalta l’erba. Un branco di quattro o cinque è ripreso in un breve filmato subito pubblicato alla mercé.

Li hanno visti aggirarsi nella zona nord, nei dintorni delle Panteraie, tra il minigolf, viale Bustichini, viale Baccelli e il quartiere della Casina Rossa. Del resto è la parte della città prossima alle aree collinari e al bosco della Panteraie, dove questi animali negli ultimi anni ci sono sempre stati. I terreni incolti e non curati fanno poi il resto.

Non si ricorda comunque una presenza così massiccia in pineta, dunque praticamente nel centro cittadino. Lo scorso anno - nel 2023 - la polizia provinciale iniziò una operazione di verifica e abbattimento (ne fu catturato un esemplare), dopo che i cinghiali si erano spinti nella zona di viale Colombo ed erano arrivati addirittura nel giardino di una scuola (la materna Rodari).

Dunque la presenza degli ungulati così vicini alle case e già nel centro urbano non è certo una novità da queste parti. Ma insomma adesso sono giunti in gran numero sui pratoni della pineta, e questo preoccupa e non poco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
L’inchiesta

Crollo all’Esselunga di Firenze, gli investigatori si concentrano sul “dente” della trave: cos’è e perché potrebbe aver ceduto – Video

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative