montecatini
cronaca

Sosta selvaggia contro i tir, rinasce il Comitato cittadino del Gallo: «Assediati dal traffico pesante»

Quartiere insorge a causa dei lavori sull’asse stradale Vialone del Melani-Tiro al volo


16 giugno 2022 Giancarlo Fioretti


MONTECATINI. Per gli abitanti del Gallo, la piccola frazione di Montecatini un tempo immersa nel verde, si preannuncia un’estate decisamente rovente. I lavori sull’asse stradale Vialone del Melani-Tiro al volo hanno obbligato le ditte costruttrici a chiedere il blocco del traffico su questa importantissima arteria, provocando però una reazione a catena su tutta la viabilità della zona.

«Questo perché tutto il traffico, compreso quello pesante, una volta che ha percorso via Nova in direzione nord, viene deviato verso via Parroffia e quindi verso via del Gallo» spiega Gianfranco Sandrelli, che parla a nome del redivivo Comitato dei cittadini del Gallo.

«Questa situazione è insostenibile – prosegue – I grandi camion con il rimorchio iniziano a transitare già alle 4,30 del mattino. Le brutte condizioni della strada, che peraltro ha una zanella danneggiata da tempo, fanno sì che il rumore del loro passaggio sia amplificato al massimo. Il momento più difficile si registra comunque nelle ore di punta, coincidenti con l’ingresso degli operai nelle fabbriche e degli impiegati negli uffici. Dalle 7 alle 9 la coda è pressoché continua ed è anche estremamente pericoloso avventurarsi in strada».

Questa criticità, che non dovrebbe protrarsi oltre il 31 agosto, viene particolarmente accusata dagli abitanti della frazione in quanto «il divieto di transito ai mezzi pesanti – afferma Sandrelli – in pratica non è mai esistito nei fatti anche se esisteva sulla carta. Io scopro adesso che il Comune di Montecatini ha sospeso l’ordinanza che impediva ai camion e ai bilici di transitare. Ordinanza che tuttavia non è stata mai correttamente applicata. Eppure sarebbe bastato meglio posizionare le telecamere poste sulla vicina rotatoria della via Camporcioni per verificare che il traffico pesante continuava a fare il bello e il cattivo tempo in questo piccolo tratto di strada».

I cittadini del Gallo non sono tuttavia disposti a passare l’intera estate facendo le ore piccole.

«Sono dell’avviso che a mali estremi bisogna rispondere con estremi rimedi. La segnaletica stradale prescrive in via del Gallo alcuni tratti di divieto di sosta, lasciando libertà di parcheggio in altri stalli. Ora – prosegue – con questa situazione paradossale di traffico impazzito, la stessa sosta per noi residenti è diventata un problema. Faccio presente che finora, per riguardo verso questa situazione, ci siamo astenuti dal parcheggiare laddove possibile. Ora, come forma di contestazione estrema, potremmo anche pensare semplicemente di parcheggiare a bordo strada dove possibile le nostre auto o i nostri furgoni. I camion non riuscirebbero a passare e questa sarebbe una forma di protesta davvero clamorosa. Noi residenti del Gallo – conclude – non vogliamo assolutamente pagare per le scelte sbagliate fatte da altri, che, non interessandosi di noi, ci hanno riversato addosso tutto il traffico pesante e non che prima transitava a chilometri di distanza, non cercando neppure delle soluzioni alternative».


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.