Il Tirreno

L’incidente

Motociclisti travolti a Marina di Massa, è caccia agli investitori: cosa sappiamo e il ruolo chiave delle telecamere


	L'auto dopo l'incidente
L'auto dopo l'incidente

I feriti sono due giovani: lei ha 24 anni e lui 26, le loro condizioni restano gravi, la giovane deve essere operata

09 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





MASSA. Entrambi non rischiano la vita, ma restano gravi le condizioni della coppia di motociclisti travolta nella notte tra sabato e domenica da un’automobile di grossa cilindrata, una Bmw, lungo il viale a mare Vespucci, all’altezza dello stabilimento balneare Grazia/del ristorante La Carretta. Erano circa le tre. Sulle indagini – della polizia di Stato – c’è grande riserbo, ma certo è che tra gli obiettivi della Questura apuana c’è quello di individuare l’identità degli investitori che sono fuggiti, subito dopo l’impatto, lasciando per altro sul luogo dell’incidente la vettura che stavano guidando.

I feriti

È una brutta storia, che ha colpito la comunità apuana. Soprattutto perché oggi si scopre che in sella a quella motocicletta incidentata – nel cuore della notte di un fine settimana di inizio estate – viaggiavano due giovani: lui ha 26 anni e lei 24.

È lei – originaria di Lucca e residente a Massarosa – ad aver subito gli effetti più devastanti dell’impatto; è stata trovata supina dai soccorritori, con un trauma facciale; è stata trasferita ieri dall’Ospedale delle Apuane a Pisa proprio per le fratture al volto; il giovane, invece, residente a Massa, è stato ricoverato al Noa per traumi addominale, lombare e a un braccio e avrà bisogno di tempo, una prognosi di qualche settimana, per mandare in soffitta le conseguenze dell’incidente.

La cronaca

Riavvolgiamo il nastro. Sono circa le tre di domenica. Sul lungomare si è verificato un incidente stradale: un’automobile e una motocicletta si sono scontrate. La dinamica non è chiara ma ci sono due feriti – i motociclisti – che vengono soccorsi da un’autoambulanza e da un’auto medica. E fin qui – al netto della tragedia sfiorata – sembra tutto nella “norma”. E invece no.

«Ecco cosa ho visto»

Domenica era solo una testimonianza, seppur credibile e circostanziata, oggi è invece una certezza: un testimone oculare ha visto tutto. Soprattutto ha visto scendere al volo – dalla Bmw nera – tre uomini, presumibilmente di giovane età e di origini straniere, secondo quanto riferito, che si sono dati alla fuga. Non è dato sapere in quali direzioni ma le indagini della polizia procedono.

Gli occhi elettronici

Come detto, l’auto è stata abbandonata sul luogo dell’incidente. Non solo. Il Tirreno ha fatto un piccolo sopralluogo nei pressi dello stabilimento Grazia: sono almeno tre le telecamere di videosorveglianza i cui filmati – senza dubbio – saranno già nelle mani degli inquirenti. Resta da capire se hanno catturato immagini e dettagli utili a condurre all’identità degli investitori. 

Primo piano
Il dramma sfiorato

Viareggio, bimbo di due anni rischia di annegare in piscina: salvato dall’intervento della bagnina

di Roy Lepore