Il Tirreno

Politica e religione

Massa, per Fratelli d'Italia niente spazio pubblico per il Ramadan: «A Pasqua vanno difese le tradizioni cristiane»


	Ex mercato coperto: ospita le cerimonie del ramadam
Ex mercato coperto: ospita le cerimonie del ramadam

I consiglieri contro l’uso dell’ex mercato coperto per la celebrazione religiosa. «I cristiani celebrano la Santa Pasqua»

29 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Massa L’ex mercato coperto come una moschea. Così Fratelli d’Italia definisce l’immobile di via Bastione, dove da qualche giorno la comunità musulmana celebra il Ramadan, chiedendo all'amministrazione di revocarne l'autorizzazione. Peraltro non è il primo anno che la ricorrenza religiosa viene celebrata in quel posto. Ma per Fratelli d’Italia, che già nelle precedenti occasioni protestò, c’è da tirare in ballo tradizioni e religione cristiana in una logica di contrapposizione.

A scriverlo sono i consiglieri comunali Massimo Evangelisti, Bruno Tenerani e Marco Guidi che si dicono «stupiti dalla scelta dell’amministrazione comunale che pone interrogativi». Perché se da un lato la libertà di culto è sicuramente un valore da tutelare, precisano i consiglieri, «non possiamo pensare che questa possa andare a discapito delle regole. Infatti il regolamento per la concessione in uso e utilizzo temporaneo di beni immobili di proprietà del Comune di Massa individua espressamente nel suo allegato gli spazi che possono essere concessi e tra questi non vi è traccia dell'ex mercato».

«Possibile, si chiedono i consiglieri, «che l'assessore al Patrimonio Marco Mercanti ed esponente del partito di Azione non sia a conoscenza del regolamento o abbia deciso di non rispettarlo rendendo la delibera di giunta illegittima?». E poi c'è un aspetto di opportunità politica. «A Roma la maggioranza Meloni sta lavorando ad un disegno di legge che mira a vietare la creazione di moschee anche temporanee in luoghi non individuati all'esercizio del culto. Ma questa scelta non sembra conciliarsi con la volontà dell'amministrazione comunale di Massa». Per cui, concludono i consiglieri, «in un periodo dell'anno importante per i cristiani come la Santa Pasqua e in un momento in cui il centrodestra anche a Massa è impegnato per la tutela delle nostre tradizioni, chiediamo all'Amministrazione di revocare la scelta di realizzare una moschea, anche temporanea, in via Bastione».

Primo piano
Viabilità

Autostrada del Sole bloccata: tir si ribalta e prende fuoco, traffico paralizzato – Video

Sportello legale