Il Tirreno

La storia

Audi sceglie un 52enne di Massa come nuovo responsabile design: chi è Massimo Frascella e qual è il “segreto” della sua visione

di Daniela Marzano
Massimo Frascella
Massimo Frascella

Il professionista ha lavorato anche per Jaguar, Land Rover, Range Rover: «Per me è un momento molto speciale»

23 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





MASSA. Incarnerà il sogno di migliaia di giovani innamorati dei motori, il poter realizzare il design di una generazione di auto innovative di uno dei brand più prestigiosi al mondo, la Audi. Lui è uno di quelli che ce l’ha fatta. Il fortunato è il massese Massimo Frascella, designato a metà febbraio dal Ceo di Audi Gernot Döllner, quale Chief Creative Officer, ovvero nuovo responsabile del design Audi, che traccerà la rotta delle prossime generazioni di modelli.

Succede a Marc Lichte, la mente creativa e visionaria per il brand Audi per un decennio, che ha dato forma all’evoluzione del design del marchio nell’era della mobilità elettrica, che andrà ad assumere un nuovo ruolo all’interno del gruppo dal 1 di giugno. Nato a Massa 52 anni fa, Frascella si è diplomato all’Istituto d’Arte Applicata & Design di Torino, specializzandosi in Transportation Design nel 1997.

Terminati gli studi ha iniziato la sua carriera nel mondo della progettazione automobilistica lavorando fino al 2001 al Centro Stile Bertone (azienda di car styling per le auto top gamma) , per poi passare alla Ford Motor Company. Nel 2005 si è poi trasferito alla Kia in California come design manager e nel 2011 alla Jaguar Land Rover, dove è arrivato ad assumere la carica di chief designer firmando numerosi modelli degli ultimi anni del gruppo britannico.

Nel 2021 la nomina di Frascella alla posizione di head of design dei quattro brand Jaguar, Range Rover, Defender e Discovery. Insieme a Massimo Frascella, l’Audi sta tracciando la rotta per le prossime generazioni di Audimodel, che vedrà nei prossimi anni, le molteplici innovazioni tecnologiche destinate a modificare in modo decisivo le forme e le funzioni di tutti i segmenti di veicoli. Döllner delinea il suo obiettivo in questo modo: «Il design è sempre stato parte integrante del marchio, del DNA dell’Audibrand. Ecco perché, soprattutto in questa fase di trasformazione tecnologica (con il motto “Vorsprung durch Technik” – il vantaggio attraverso la tecnologia) deve essere visibile e tangibile negli interni e negli esterni di tutti i prossimi modelli di serie».

Massimo Frascella farà in modo che i veicoli Audi incarnino l’identità del marchio attraverso un linguaggio di design inconfondibile ed emozionale. La filosofia di Frascella è «la semplicità come l’essenza del mio approccio al design. Mi appassiona creare progetti privi di ornamenti superflui e non seguire semplicemente le tendenze. Chiarezza, precisione e proporzioni perfette sono qualità che si adattano perfettamente all’immagine del marchio Audi».

«Entrare in Audi – ammette – è un momento molto speciale per me. Sono profondamente onorato di assumere questo ruolo e di guidare un team così talentuoso nel plasmare il futuro del marchio verso nuove vette di innovazione e distinzione. Credo nel potere emotivo del design di ispirare, connettere e guidare il cambiamento, e sono qui per alimentare e promuovere la creatività come cuore pulsante del nostro marchio».

Primo piano
La tragedia sul campo da calcio

Morte di Mattia Giani, l'inchiesta: tutti i punti da chiarire su cui sta indagando la procura

di Matteo Leoni
Sportello legale