massa
cronaca

Allarme siccità, oggi i sindaci all’incontro con la Regione

A Mulazzo il Comune ha vietato di attaccarsi con tubi alle fontane. E la morra di Molinello, a Pontremoli, è ridotta a una sassaia


22 giugno 2022 Donatella Francesconi


Lunigiana Riunione a Firenze, oggi pomeriggio (mercoledì 22 giugno), tra l’assessore regionale alla Protezione civile Monia Monni e i sindaci alle prese con gli effetti della siccità destinata a prolungarsi nel tempo. Tutti i Comuni della Lunigiana hanno emanato l’ordinanza anti sprechi dell’acqua, come richiesto da Gestore idrico Gaia Autorità idrica toscana. Tra i provvedimenti più dettagliati c’è quello emanato dal Comune di Mulazzo. Che oltre al divieto di utilizzo dell’acqua potabile per scopi non strettamente domestico-igienico, vieta anche di: «Prelevare acqua dalle fontane pubbliche per usi diversi dall’alimentazione, dai servizi igienici e dagli altri impieghi ordinari domestici e, comunque, applicando alle bocche delle fontane tubi di gomma o altro materiale equivalente, allo scopo di convogliare acqua; prelevare acqua dalle bocche d’innaffiamento stradale e dei pubblici giardini, nonché di lavaggio delle fognature, se non da persone a ciò autorizzate e per gli usi cui tali prese sono destinate; prelevare acqua dagli idranti antincendio installati nelle strade se non per spegnimento di incendi». Perché – spiega il rieletto sindaco Claudio Novoa – «la situazione è assolutamente allarmante. C’è un problema di tipo produttivo per le aziende che dovrebbero avere la priorità, sia quelle agricole che soffrono, sia quelle impegnate nella stagione turistica che sta entrando nel suo vivo. La situazione è di emergenza, ma possiamo farvi fronte con intelligenza e senso di responsabilità. Per questo rivolgo un appello accalorato ai nostri cittadini affinché evitino ogni spreco d’acqua».


Ieri il calendario ha segnato l’ingresso ufficiale nell’estate: «Ma falda si è abbassata e siamo solo al 21 giugno», sottolinea Novoa. E più di ogni parola valgono le immagini, come quelle del fotografo Federico Palermitano, colonna portante dell’esperienza “Lunigiana World” (che da ieri ha anche un proprio sito, grazie al contributo della Camera di Commercio): «A Molinello, nel territorio del comune di Pontremoli», racconta Palermitano al Tirreno, «C’era una morra meravigliosa, che gli altri anni avevo trovato piena d’acqua. Oggi è sparita, completamente prosciugata. Ho fatto di recente una risalita fluviale ed è tutta una sassaia. Anche l’Acquedotto di Bagnone non ha più acqua».

Un’immagine, quella fornita dal fotografo, che proietta la Lunigiana verso uno scenario in cui – sul fronte acqua – «sarà un’estate difficile», per dirla con le parole di Gianluigi Giannetti, presidente dell’Unione dei Comuni e sindaco di Fivizzano. «Abbiamo già i torrenti quasi senza acqua e i bacini idrici sono sotto la media», aggiunge Giannetti per completare il quadro che oggi sarà all’attenzione della Regione così come quello di altre zone in sofferenza in Toscana. 


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.