massa
cronaca

Marcenaro esplora la spiritualità e la meditazione degli Antichi Padri

Un libro rivoluzionario dello scrittore umanista lunigianese Pier Franco Marcenaro


23 maggio 2015


LUNIGIANA . Gli Antichi Padri insegnarono al mondo la "meditazione"
Un libro rivoluzionario dello scrittore umanista lunigianese Pier Franco Marcenaro. Con il testo   "Spiritualità e Meditazione degli Antichi Padri" dell'Editrice milanese Il Sentiero, Pier Franco Marcenaro dimostra come, molto prima dei Guru indiani, gli Antichi Padri del Cristianesimo insegnarono al mondo il più elevato sistema di meditazione, facendo del bacino del Mediterraneo il centro e la culla della spiritualità mondiale. È una realtà comprovata che l'esperienza spirituale si trasmise da loro ai Mistici Sufi dell'Islam e di là giunse quindi in India, dove fiorì con Kabir e col suo massimo discepolo, Guru Nànek, capostipite della religione dei Sikh. Al contrario di ciò che avvenne nel XX secolo, fu l'Occidente cristiano a esportare per primo la spiritualità nel Medio Oriente e in India.


Un'altra realtà che questo libro dimostra, è che i Padri non "pregavano" ma "meditavano", non sgranavano rosari, ma contemplavano Dio. Di San Benedetto da Norcia, ad esempio, ci tramanda il suo autorevole biografo, nientemeno che Papa San Gregorio Magno, che non praticava la preghiera tradizionale, ma la meditazione sulla Luce divina, ciò che i Maestri dell'India hanno cominciato a praticare e a insegnare solo un millennio più tardi.
Il libro ricorda che nei primi secoli del Cristianesimo, la "Regola del Maestro" (Regula Magistri), da cui attinse ampiamente anche la Regola di San Benedetto, delineava la figura del Maestro come il portavoce di Dio, colui che "tiene il posto di Cristo nel Monastero". Questa figura di Maestro pratico è poi scomparsa, sostituita dal teologo, e con lui è scomparsa la meditazione. Fu allora che si diffuse anche il crocifisso, un'immagine aborrita dai primi Cristiani e dai Padri, in quanto rappresentava il trionfo del Male sul loro Maestro, e apparve il rosario come preghiera orale stereotipata.


Le 24 Lezioni che compongono il libro, quale commento agli scritti dei maggiori Padri del Cristianesimo, sono state tenute da Pier Franco Marcenaro in un antico Monastero sulle colline della Toscana, sede della "Scuola della Spiritualità" da lui fondata, che ha migliaia di allievi in ogni parte del mondo. Scrittore tradotto in 10 lingue, considerato tra i massimi umanisti viventi, maestro di spiritualità e di vita, è Presidente del "Centro Interreligioso Mondiale" e ha presentato con successo i suoi insegnamenti al pubblico delle maggiori città del mondo. Nato in Lunigiana, è stato dirigente di un importante Gruppo internazionale, dedicandosi allo studio dei problemi sociali e spirituali dell'uomo attuale. Dei suoi libri sono state stampate oltre 50 mila copie

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.