Il Tirreno

Lucca

Tau Calcio a caccia dei playoff Trestina un pari per la salvezza

Tau Calcio a caccia dei playoff  Trestina un pari per la salvezza

Venturi conferma la squadra che ha vinto con pieno merito a Poggibonsi

27 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





ALTOPASCIO. Obiettivo quinto posto con conquista dei playoff. A sei giornate dal termine e con 18 punti in palio il Tau Calcio Altopascio può coronare una splendida stagione con un traguardo sognato, ma inatteso alla vigilia: disputare la post season. Avversario che contrasterà sino all’ultimo tuffo le chances di disputare gli spareggi è il Seravezza Pozzi che anche in questa stagione ha dimostrato tutto il suo valore contando su una rosa collaudata, un tecnico esperto (Amoroso) e un bel mix tra over e under.

La parola a Venturi

«Ci siamo salvati con largo anticipo grazie alla bravura di tutti i ragazzi e allo spirito di gruppo che si è creato. Se vogliamo fare qualcosa in più oltre alla salvezza, dobbiamo spingere forte sull’acceleratore senza potersi fermare».Questo iI pensiero del condottiero amaranto Simone Venturi. Un tecnico coerente con la sua linea di pensiero resa nota alla vigilia del campionato: «Ho sempre dichiarato che la squadra avrebbe potuto fare un pensierino ai playoff soltanto dopo aver raggiunto i 40 punti necessari per scongiurare playout e rischio retrocessione. Abbiamo capito d essere una squadra di valore passo dopo passo, partita dopo partita. Anche nei momenti più difficili, ci siamo resi conto di poter crescere e lo stiamo facendo. Nelle ultime settimane siamo stati più concreti, sopperendo a partite in cui abbiamo sciupato tante occasioni da rete».

Nonostante l’assenza in attacco di Andolfi, a Venturi non mancano le soluzioni. La sensazione è che si possa confermare un tandem dove Malva (04), affiancherà Capparella, con Jokovic, Noccioli e Odianose che possono subentrare e tornare utili a gara in corso. Il tecnico non si sofferma sui singoli e sulle possibili scelte di formazione ma analizza le qualità degli avversari: «Il Poggibonsi appena affrontato è con ogni probabilità una squadra delusa dall’andamento di questo campionato e abbiamo vinto grazie al gioco e alle motivazioni. Il Trestina sarà combattivo e determinato per dare ancora un senso al proprio campionato che è andato al di là delle più rosee aspettative considerato che la formazione bianconera era stata ripescata dopo la retrocessione della scorsa stagione. A questo punto del campionato la classifica inizia a delineare i valori tecnici e umani e le qualità delle squadre».

La probabile formazione

In merito alla formazione che dovrebbe scendere in campo, Capparella potrebbe agire da seconda punta ed il centrocampo quindi sarà folto con Alessio e Antoni liberi di giocare a tutta fascia e attaccare. Oltre ad Andolfi, l’altro assente certo è Bruzzo. Lo stesso tecnico spiega le condizioni del forte centrocampista che nella scorsa stagione era in forza al Livorno: «É uscito dal campo due settimane fa ed è stato portato al pronto soccorso per una brutta frattura al naso. Il ragazzo sta bene e l’infortunio è meno grave del previsto. Per poterlo rivedere in campo stiamo aspettando una maschera speciale che possa proteggerlo da altri possibili urti».

Sarà quindi capitan Meucci ad agire in mezzo al campo con compiti anche di proteggere il terzetto difensivo che sarà formato da Zini, Biagioni e Bernardini con in porta il giovane Di Biagio mai messo in discussione in tutto il campionato. Tra gli under oltre al portiere, al bomber Malva e al centrale Biagioni resta da capire se verrà confermato Manetti in mezzo al campo oppure tornerà utile Vellutini che può giocare esterno di difesa. In allenamento testate continuamente le soluzioni di allargare il gioco sulle corsie esterne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Lo studio

Comuni più ricchi d’Italia, una sorpresa in Toscana – La classifica completa e i dati per ogni regione