Il Tirreno

Lucca

Tau Presa la punta Jokovic

Tau Presa la punta Jokovic

L’attaccante serbo è già stato tesserato e potrà giocare domenica 18 contro il Livorno Sostituisce in organico l’infortunato Andolfi i cui tempi di recupero restano incerti

09 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





ALTOPASCIO. Il Tau Calcio Altopascio nelle ultime dodici partite di campionato che restano da giocare da oggi alla fine di un torneo quantomai incerto, avvincente ed equilibrato hanno deciso di ricorrere al mercato per riequilibrare un organico che aveva perduto uno dei giocatori di riferimento nel reparto offensivo: Tommaso Andolfi ex Cuoiopelli, tra le rivelazioni del campionato. La società ha pescato sul mercato estero e ha acquisito il diritto alle prestazioni sportive di Ivan Jokovic, 22 anni, attaccante serbo alto un metro e 88 centimetri, attualmente in forza alla formazione di Terza Serie del campionato serbo Sloga Požega. Una punta con un grande potenziale fisico -atletico che va a rinforzare il reparto offensivo amaranto e che già da ieri è a disposizione dello staff tecnico e del mister Simone Venturi. L’attaccante sarà a disposizione per la sfida interna al Comunale di Altopascio contro il Livorno che dopo il successo all’Armando Picchi contro il GhiviBorgo è tornato in corsa per la promozione in C. Jokovic ha militato in numerose squadre serbe di Terza e Seconda visione. Si tratta di Sindjelic, Bsk Borca, Tutin, Josanika, Javor Matic, Borac Cacak, Rad Belgrado. Una freccia importante nell’arco di mister Simone Venturi. La domanda quindi sorge spontanea: con l’innesto dalla punta slava il Tau Calcio si pone come obiettivo la promozione in Lega Pro? Il vice presidente Alessandro Del Carlo fa il pompiere e ribadisce che i programmi di inizio stagione non sono cambiati: «Prima della vigilia del campionato eravamo stati chiari sugli obiettivi per la stagione 2023-24. Volevamo disputare un campionato tranquillo giungendo rapidamente alla quota salvezza e lanciando in prima squadra i giovani del nostro vivaio. A 12 turni dalla fine del campionato possiamo dire con orgoglio di aver raggiunto tutti i prepositi che ci eravamo prefissati. Con 39 punti siamo virtualmente salvi già a inizio febbraio e la squadra, dopo Pianese e GhiviBorgo, è al terzo posto come numero di giol realizzati (35) e al terzo (dopo Grosseto e Folgav) per numero di reti subite (20). Occupiamo il terzo posto a pari merito con il Seravezza e con cinque punti di ritardo dalla capolista Pianese e abbiamo lanciato in prima squadra ragazzi del nostro settore giovanile come Manetti, Perillo, Piccini, Vellutini senza dimenticare il portiere Di Biagio. La promozione? Non scherziamo. Ci è capitata l’occasione per tesserare una punta che possa rilevare Andolfi, visto che non abbiamo certezze sui tempi di recupero, e riequilibrare la rosa del mister? Con Venturi dopo Pasqua ci siederemo attorno a un tavolo perché ci piacerebbe andare avanti con un allenatore che ha la nostra piena fiducia».

 

Primo piano
Emergenza idrica

In Toscana manca l'acqua: dall'Elba alla Lunigiana, ecco tutti i progetti per non restare a secco

di Francesco Paletti
Le nostre iniziative