Il Tirreno

Lucca

Carabinieri

Lucca, con la droga in macchina: coppia arrestata

Lucca, con la droga in macchina: coppia arrestata

La donna ha provato a nascondere lo stupefacente nella biancheria intima

29 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LUCCA. I carabinieri delle stazioni di Ponte a Moriano e Pieve di Compito hanno arrestato un 44enne di origine marocchine e una 21enne italiana per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Alle 21.45 del 24 aprile un equipaggio della stazione di Ponte a Moriano, mentre svolgeva un servizio di controllo del territorio, nel transitare lungo via Nazionale, individuava un’autovettura ferma a bordo strada con a bordo un uomo ed una donna. Considerato che l’uomo era destinatario di un decreto di perquisizione locale e personale, emesso dalla prcura per un’indagine della stazione di Ponte a Moriano, i militari hanno deciso di controllare i due e di eseguire il citato provvedimento. Giunti vicino al veicolo, i carabinieri notavano tra l’uomo e la donna un rapido passaggio di mano di un oggetto che la 21enne occultava sotto i pantaloni, nella biancheria intima.

A questo punto i militari, dopo avere ricevuto ausilio dai colleghi della stazione di Pieve di Compito, hanno accompagnato la coppia presso la caserma, dove l’uomo appariva sin da subito collaborativo, mentre la donna dopo avere dato delle false generalità, al fine di sottrarsi alla perquisizione e di fuggire, ha spintonato il carabiniere addetto al controllo che subito ‘ha bloccata. La successiva perquisizione consentiva di rinvenire sulla 21enne 18 grammi di hashish, 5 grammi di cocaina, 6 grammi di una sostanza “da taglio” e 40 euro verosimilmente provento delle attività di spaccio, mentre all’interno del veicolo di proprietà del 44enne, venivano rinvenuti 69 grammi di sostanza “da taglio”. I due arrestati, dopo le formalità di legge, venivano accompagnati presso le rispettive case in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida. La donna dovrà rispondere anche di falsa attestazione sull’identità personale e di resistenza a pubblico ufficiale.                 

Le ultime
La tragedia

Valtellina, chi sono i tre militari del soccorso alpino della Guardia di finanza morti in Val Masino