Il Tirreno

Lucca

Indaga la questura

Lucca, assalto vandalico a Trenitalia: spaccati oltre cento finestrini – Video

di Pietro Barghigiani
Lucca, assalto vandalico a Trenitalia: spaccati oltre cento finestrini – Video

Quattro i treni in sosta colpiti: rischio corse soppresse

27 novembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





LUCCA. Una sequenza vandalica come non se ne erano viste da tempo in città. Oltre un centinaio di finestrini rotti a quattro treni in sosta sui binari della stazione.

Un solitario o un gruppo di teppisti che con un martello si sono divertiti a rompere e incrinare i vetri dei treni utilizzati per le corse regionali.

Un colpo dietro l’altro e il vetro che si incrina in una passeggiata da balordi che non solo provoca il danno diretto per sostenere una riparazione costosa e lunga, ma induce Trenitalia a dover rivedere i servizi dei prossimi giorni con un’inevitabile ricaduta a livello di corse di cui si valuta la soppressione.

Il raid

Nel punto in cui i quattro treni erano in sosta non ci sono telecamere. Ce ne sono in altri punti di accesso alla stazione di piazza Ricasoli. È da lì che la questura parte per un primo approccio investigativo all’episodio che vale decine di migliaia di euro di danni. Per parlare solo di quelli materiali. Non vanno ignorati i disagi all’utenza tutti ancora da metabolizzare e gestire nei prossimi giorni.

L’arco temporale in cui il teppista o più di uno sono entrati in stazione va dalle 21 alle 7. Camminando sul marciapiede e tenendo in mano un martelletto, o qualcosa di simile, ogni finestrino lato banchina ha ricevuto il suo colpo ferale. Una botta secca per passare all’obiettivo successivo. Su un treno sono stati almeno quaranta i vetri rotti tra finestrini e porte.

Una carrellata di cristalli diventati ragnatele opache che nel video diffuso da Trenitalia dà il senso di quanto si siano impegnati nel vandalizzare i mezzi.

I treni colpiti

La conta dei danni è iniziata ieri mattina quando il personale delle ferrovie ha scoperto cosa era successo nella notte.

A trasformarsi in bersagli inermi dei vandali sono stati quattro nuovi treni Regionali. Si tratta di un Vivalto, un Jazz, uno Swing e delle vetture Ale a cui sono stati rotti i finestrini.

«A causa di questo atto vandalico i quattro treni sono stati inviati in officina dove dovranno essere sostituti i vetri danneggiati – informa Trenitalia -. Per l’indisponibilità dei mezzi, legata ai danni subiti a seguito dell’atto vandalico, nei prossimi giorni alcuni servizi regionali potrebbero essere cancellati».

Trenitalia annuncia che sporgerà denuncia contro ignoti. Intanto da oggi sulle linee regionali vengono a mancare quattro treni.

Le indagini

L’assenza di immagini dirette fa partire le indagini in salita. Ci sono diverse telecamere in punti di passaggio per accedere all’interno dello scalo. Chi si è mosso per un assalto del genere avrà avuto la premura di coprirsi il volto.

Una felpa con il cappuccio a coprire il viso e la corsa vandalica contro i treni che nel giro di qualche minuto si sono trasformati in convogli da portare in officina. Fuori uso fino alla sostituzione completa dei vetri.

 

Primo piano
La tragedia

Livorno, schiacciata con lo scooter fra due auto: morta una donna di 51 anni

Le nostre iniziative