lucca
cronaca

Capannori, ditta multata per 370mila euro

Amministratore delegato di un’azienda di apparati per la costruzione di macchine denunciato dalle fiamme gialle per l’utilizzo di software con programmi taroccati


21 giugno 2022 Luca Tronchetti


LUCCA. Una sanzione da capogiro e il rischio di una condanna non inferiore ai due anni di reclusione e a un’ammenda sino a 15.490 euro per aver utilizzato in azienda software con programmi taroccati scaricati o duplicati in modo abusivo in barba alla legge sulla protezione del diritto d’autore dei marchi. Un’operazione della Guardia di Finanza a livello nazionale legata al contrasto della pirateria dei programmi a uso professionale – denominata “Underlicensing 2022” – porta le fiamme gialle locali a denunciare un imprenditore lucchese poco più che quarantenne, amministratore delegato di un’azienda del Capannorese di apparati e automatismi per la costruzione di macchine in base all’articolo 171 bis della legge 633 sulla protezione del diritto d’autore.

Una maxi multa

Alla fine dell’accertamento i militari – che hanno iniziato la verifica il 24 febbraio scorso terminandola il 31 maggio – hanno emesso una sanzione amministrativa a carico dell’azienda pari a 370mila euro a causa di alcuni programmi privi di licenza d’uso. La norma infatti parla chiaro: il calcolo della multa si applica sulla base del prezzo del software taroccato. E la sanzione viene computata in base al doppio del costo di mercato dell’applicazione. Uno dei software falsificati, o comunque utilizzati senza che vi sia traccia di licenza di vendita a scopo commerciale o imprenditoriale contenuti in supporti non contrassegnati dalla Saie (società italiana degli autori), aveva un prezzo di mercato pari a 175mila euro. E la sanzione, soltanto per quel tipo specifico di software, è pari a 350mila euro. Stesso procedimento sanzionatorio su altri programmi applicativi e informatici molto comuni nelle aziende e di importi che non superano due-tremila euro che, complessivamente, hanno portato i finanzieri all’emissione di multe pari a 20mila euro. Tutti i software pirata dell’azienda Capannorese sono stati sequestrati dai finanzieri. Logicamente alla verifica delle fiamme gialle l’amministratore delegato dell’azienda può presentare ricorso motivato oltre a difendersi in sede penale.

Indagine nazionale

L’indagine di settore è partita su scala nazionale attraverso un servizio centralizzato della Guardia di Finanza che, tramite uno studio di settore, ha individuato preventivamente in tutta Italia delle potenziali aziende, società e studi professionali a rischio violazione delle norme legate al diritto d’autore e al marchio e a contrasto della pirateria dei programmi. La scrematura è stata effettuata dai finanzieri del Nucleo Speciale Beni e Servizi. A quel punto i militari, raccolti sufficienti elementi in ordine a possibili situazioni illecite, hanno attivato i reparti territoriali dei comandi provinciali oltre a Lucca anche a i Milano, Roma, Napoli, Firenze, Ancona, Trento, Brescia, Mantova, Monza, Pavia, Verona, Modena, Novara, Latina, Viterbo, Salerno e Brindisi. Venticinque gli interventi in tutta Italia in sedi di società e studi di progettazione mentre 18 sono gli amministratori e i professionisti denunciati dalla Finanza e 110 i software di progettazione ingegneristica, architettonica, calcolo strutturale e certificazione energetica sequestrati dalle fiamme gialle nel corso dell’operazione. Il 70% delle società e studi controllati è risultato utilizzare software irregolari nelle attività di progettazione, sicurezza e certificazione energetica degli edifici, anche con riferimento a ristrutturazioni legate al superbonus 110%.Sono state irrogate sanzioni amministrative pecuniarie per oltre 14 milioni di euro, pari al doppio del valore di mercato dei software illegali.




 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.