Il Tirreno

Lucca

l’approfondimento 

Suolo gratis fino al 30 giugno L’auspicio è di proseguire

B.A.
Suolo gratis fino al 30 giugno L’auspicio è di proseguire

30 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





lucca. La gratuità del suolo pubblico è garantita, allo stato attuale, fino al 30 giugno 2021. E dopo? «Dipenderà dal risultato del rendiconto, del margine di manovra che permetterà e dai contributi che saranno disponibili», spiega Giovanni Lemucchi, vicesindaco con delega, tra le altre, a bilancio, finanze e tributi.

«È ovvio che, per quanto sarà possibile, la nostra idea è di proseguire con le esenzioni. Ci auguriamo in questo senso che il governo centrale metta a disposizione degli enti locali risorse finanziarie per sopperire alle mancate entrate dai canoni del suolo pubblico».

Anche Lemucchi tiene a sottolineare che l’introduzione delle tariffe approvate nel corso dell’ultima riunione della giunta comunale, conseguenti all’entrata in vigore del canone unico a livello nazionale, «non andranno a modificare l’impatto economico sulle imprese. L’introduzione del canone unico – prosegue – era prevista dalla legge finanziaria del dicembre 2019: questo ha comportato che ogni Comune dovesse riscrivere il proprio regolamento. Il nostro conta 67 pagine. Non ci sono altre novità oltre al pagamento obbligatorio tramite PagoPa e l’introduzione nel canone unico anche della quota di Sistema Ambiente».

Intanto lo sportello unico attività produttive (Suap) sta procedendo a rimborsare quote di suolo pubblico versate da alcune imprese commerciali nel 2020 prima che il canone venisse annullato a seguito dell’emergenza sanitaria che ha scatenato poi quella economica. «Gli ambulanti del mercato bisettimanale – esemplifica Giuseppe Giovannelli del Suap – ricevono la cartella di pagamento del suolo pubblico a inizio anno, con il calcolo delle occupazioni previste per tutto l’anno. Quelli che avevano già provveduto al pagamento della somma totale a inizio anno, prima del provvedimento con cui il Comune ha azzerato il canone per tutto l’anno, saranno rimborsati. Stiamo esaminando questi casi proprio in questi giorni: a breve chi ha pagato il canone prima della pandemia sarà rimborsato». —

B.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
L’analisi

Astensionismo in Toscana, da Berlinguer a Vannacci perché alle Europee si vota sempre meno

di Libero Red Dolce e Federica Scintu