Il Tirreno

Lucca

suolo pubblico/2 

Fipe: «Serve accelerare l’iter delle concessioni»

29 aprile 2021
1 MINUTI DI LETTURA





lucca. I benefici vanno bene, ma adesso occorre che tutte le procedure per la concessione del suolo pubblico siano velocizzate. In sintesi è la posizione di Sandra Bianchi (presidente provinciale di Fipe Confcommercio per la sezione baristi) dopo avere appreso la notizia (anticipata in esclusiva dal Tirreno) che il consiglio comunale all’unanimità ha approvato la proposta portata in consiglio dall’assessora alle attività produttive Chiara Martini, circa l’ampliamento della distanza dal locale per la concessione di suolo pubblico da quindici a cinquanta metri. Inoltre potrà essere possibile, dove se ne rilevi la necessità, di concedere ai pubblici esercizi anche gli spazi occupati da stalli di sosta.

«Sono contenta di questa apertura dell’amministrazione comunale – afferma la presidente Bianchi –. La cosa importante adesso è che questa novità sia messa in atto subito. È importante che sia stata accolta, ma ora deve proseguire a pieno ritmo attraverso gli uffici competenti».

Nei giorni scorsi, ricostruisce Bianchi, «come Confcommercio abbiamo protocollato una richiesta di ampliamento del suolo pubblico nel rispetto della sicurezza. Ma con una sottolineatura: che ogni provvedimento che sarebbe stato preso doveva essere attuato nel modo più veloce possibile, non si può tollerare in questa fase che tra una domanda di suolo pubblico e una concessione trascorrano dieci giorni o più». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La ricostruzione

Morto in moto a Grosseto, chi era il dentista Lapo Bernardi e la testimonianza: «Ho visto la manovra fatale»

di Maurizio Caldarelli