Il Tirreno

Lucca

Pallacanestro in lutto per Deborah Fiorani

Nicola Nucci

L’atleta altoatesina si è spenta a 51 anni. Prima da giocatrice e poi da allenatrice era stata una bandiera del Porcari Basket

28 aprile 2021
3 MINUTI DI LETTURA







La notizia, inattesa come un fulmine, è arrivata da lontano, da Bolzano, ma ha provocato un grande dolore anche in quest’angolo di Toscana che va dalla Piana Lucchese alla Valdinievole. Un territorio che, seppur diviso fra due province, rappresenta un unicum sotto molti aspetti, compreso l’amore per la pallacanestro. E il mondo del basket oggi si trova unito nel piangere Deborah Fiorani, scomparsa domenica all’improvviso all’età di 51 anni. Prima atleta e poi allenatrice, e talvolta le due cose insieme, per tanti anni era stata protagonista del basket femminile tra Porcari e Montecatini.

Dall’anno scorso ricopriva l’incarico di assistant coach del Basket Club Bolzano Alperia, in serie A2 femminile. Il suo sbarco in Toscana risale alla fine degli anni Novanta, proprio con il Porcari Basket femminile, dove arrivò, proveniente da Catanzaro, per ricoprire il ruolo di guardia nella formazione gialloblù. Fu proprio qui che, parallelamente alla sua attività di giocatrice, cominciò anche ad avvicinarsi al mondo della preparazione tecnica, occupandosi del settore giovanile in qualità di tecnico e arrivando in breve tempo a ricoprire anche il ruolo di coach in seconda della formazione porcarese in serie B (arrivando nel 2002 a sfiorare la promozione in A2). È nel 2003 che Deborah Fiorani, ormai sempre più apprezzata come allenatrice, si sposta di pochi chilometri alla volta di Montecatini Terme, terra di grande tradizione cestistica, collaborando alla guida tecnica delle giovanili dell’As Rossoblù e della Pfm Montecatini. Ed è proprio con la Pfm che nel 2005 Fiorani fa il percorso inverso, tornando al basket giocato (sempre parallelamente all’attività di coach delle giovanili) nel campionato femminile di serie B di eccellenza. Dopo un paio di stagioni da atleta Deborah Fiorani torna ad allenare, arrivando a guidare la prima squadra femminile della città termale. Fino al 2010, anno del ritorno di Deborah in veste di coach a Porcari (dove, parallelamente alla squadra femminile, allenava anche il team maschile Gladiatorius Porcari). E da qui decollerà la sua carriera da allenatrice.

Deborah aveva esordito giovanissima in prima squadra in A2 con il Bolzano, il team della sua città natale, per poi calcare prestigiosi parquet d’Italia di serie A1 e A2, da Rovereto a Catanzaro e Palermo, passando poi alla per lei importante esperienza Toscana. Dopo avere vestito anche la maglia azzurra e restando ai massimi livelli del basket femminile per vent’anni ha continuato il suo percorso azzurro come istruttrice federale con qualifiche di allenatrice nazionale, minibasket e formatore di secondo livello. A Bolzano nel 2014 aveva anche creato una sua società rivolta ai più giovani, l’Accademia del divertimento, per far giocare i più piccoli e farli crescere e avviarli alla pallacanestro. L’ultimo successo come tecnico fu la promozione in serie C Silver maschile con la società Piani Junior di Bolzano, nel 2019, dopo un’annata trionfale.

Molte le espressioni di cordoglio per questa scomparsa: «Aveva fatto parte della nostra famiglia alla fine degli anni Novanta prima come giocatrice e poi come allenatrice – scrive il Bf Porcari – porgiamo le nostre più sentite condoglianze ai suoi familiari ed alla società del Basket Club Bolzano».

«Te ne sei andata ma sarai sempre nei cuori di tutte noi, ciao Deborah», è invece il messaggio di addio della Pfm Montecatini. —



Primo piano
La tragedia

Con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale toscano della Marina