Il Tirreno

Lucca

altopascio 

Cancellata la scritta dedicata a Ettore sotto il cavalcavia

Luigi Spinosi
Cancellata la scritta dedicata a Ettore sotto il cavalcavia

Una mano anonima l’aveva realizzata nel punto  in cui ebbe un malore fatale il 72enne molto conosciuto e amato da tutto il paese

27 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





ALTOPASCIO. È scomparsa la scritta “Ettore è qui”, con tanto di cuore, che una mano anonima aveva fatto sotto il cavalcavia autostradale di via Francesca Romea. Una scritta durata appena una decina di giorni da quando, dopo l’improvvisa morte di Ettore Bonassi, qualcuno aveva voluto rendergli omaggio. Un modo per ricordare un uomo che aveva fatto della parola libertà non un concetto astratto, ma un vero e proprio modo di vivere.

Era con la sua inseparabile bicicletta quando, venerdì 9 aprile, proprio in quel punto, Ettore fu colpito da un malore fatale. Aveva 72 anni, e tutti i tentativi di strapparlo alla morte si rivelarono inutili.

La sua scomparsa ha rappresentato un lutto per tutta la comunità di Altopascio, come dimostrò la grande partecipazione ai funerali. E qualcuno aveva pensato appunto di ricordare Ettore anche in quel modo, con quella scritta. Certo, non si trattava di un’opera di street art, ma non si poteva nemmeno parlare di vandalismo, visto il messaggio sottinteso in quell’opera.

Ma adesso una serie di pennellate bianche ha cancellato quel disegno. Una cosa che ha fatto storcere la bocca a molti, anche al pensiero dei graffiti, quelli sì puro vandalismo, presenti in tante altre zone della città. Il problema però, in questo caso, era rappresentato dal dove era stata fatta la scritta: su un muro di competenza della Società autostrade che, periodicamente, interviene per rimuovere scritte e graffiti (questa è la seconda volta in cinque anni). Ed è quanto successo appunto pochi giorni fa, con gli operai che non potevano sapere cosa rappresentasse quel testo.

Restano però i fiori e i lumini che gli altopascesi continuano a lasciare lì, e anche il cuore dipinto non sul muro, ma sul marciapiede. —

Luigi Spinosi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Aiuti

Assegno per il nucleo familiare, scatta la rivalutazione: ecco a chi spetta e gli importi

di Leonardo Monselesan