Il Tirreno

Lucca

Lavori pubblici

Lucca, riaperto l'incrocio di San Concordio dopo il consolidamento del condotto sotterraneo

Lucca, riaperto l'incrocio di San Concordio dopo il consolidamento del condotto sotterraneo

L’opera interessa il tratto che attraversa viale Guidiccioni accanto alla chiesa

28 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LUCCA. Conclusi i lavori per il consolidamento della volta sotterranea del canale Benassai, nel tratto che attraversa viale Guidiccioni a San Concordio: alla presenza dell'assessore ai lavori pubblici Nicola Buchignani e del presidente della commissione lavori pubblici Marco Santi Guerrieri è stato riaperto  alle 12 di domenica 28 gennaio l'incrocio con il suo impianto semaforico a pochi passi dalla chiesa. Si tratta di uno snodo importante per il traffico di tutta la parte sud della città e per le attività economiche dove è stato necessario nei mesi scorsi realizzare un bypass temporaneo nel piazzale della parrocchia.

“Siamo soddisfatti di aver riaperto l'incrocio nei tempi più brevi possibili – dichiara il sindaco Mario Pardini – è stato un intervento molto complesso ma abbiamo fatto di tutto per limitare i disagi al quartiere e per questo voglio ringraziare, oltre ai nostri uffici, le aziende coinvolte Tiziano Pandolfo srl, Giannini Modesto e Prg per l'impegno dimostrato anche in queste ultime giornate”.

“I lavori sono stati più difficili del previsto per lo spostamento dei sottoservizi, ossia le condutture di acqua, gas e elettricità inserite nei decenni intorno a condotto sotterraneo – aggiunge l'assessore Buchignani – solo dopo il completo spostamento di queste tubature è stato possibile mettere mano al restauro della struttura”. “Secondo le prescrizioni della Soprintendenza è stata infatti conservata la copertura a volta originaria del condotto coperto – prosegue il presidente della commissione lavori pubblici Santi Guerrieri -. Dopo il consolidamento con micropali è stata così realizzata la nuova copertura che sostiene il peso della strada”. L'opera ha avuto un costo totale di 450mila euro interamente a carico del Comune di Lucca.

Primo piano
Emergenza idrica

In Toscana manca l'acqua: dall'Elba alla Lunigiana, ecco tutti i progetti per non restare a secco

di Francesco Paletti
Le nostre iniziative