Il Tirreno

Lucca

Prevenzione contro la violenza di genere

Lucca, non rispetta il divieto di avvicinamento alla ex: arrestato

Lucca, non rispetta il divieto di avvicinamento alla ex: arrestato

Fermato dai carabinieri nel centro storico dopo le denunce della donna

27 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





LUCCA. Arrestato dopo aver violato più volte il divieto di avvicinamento alla ex moglie. Sono stati i carabinieri della Stazione di San Lorenzo a Vaccoli, con i colleghi della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Lucca, ad arrestare un 46enne, italiano, residente a Lucca, in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelate emessa dal Tribunale di Lucca, a seguito delle reiterate violazioni del divieto di avvicinamento commesse dall’uomo nei confronti dell’ex moglie. A seguito della separazione avvenuta alla fine dell’anno scorso, l’uomo aveva cominciato a maltrattare la moglie tempestandola di telefonate e messaggi dal tenore minaccioso e presentandosi davanti all’abitazione e a luogo di lavoro della donna, costringendola a subire continue scenate, strumentali ad ottenere vantaggi di natura economica. Per questo motivo il 25 agosto  a seguito delle indagini svolte dalla Stazione carabinieri di Lucca, il Gip del Tribunale, ravvisando la pericolosità del comportamento dell’uomo, gli applicava la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa. Considerate le reiterate violazioni di tale divieto, commesse dall’uomo in particolare tra il 6 e l’11 dicembre, durante le quali si avvicinava alla ex moglie sbarrandole la strada e rivolgendole la parola mentre camminava per le vie della città, nonché continuando a transitare sotto l’abitazione della donna e nei pressi del luogo di lavoro, circostanze documentate dai militari dell’Arma, il Tribunale di Lucca emetteva una nuova ordinanza con la quale sostituiva il divieto di avvicinamento, con la custodia cautelare agli arresti domiciliari. Alle 19,20 di venerdì scorso, i militari rintracciavano e fermavano il 46enne nel centro storico di Lucca, immediatamente dopo che la ex moglie aveva segnalato l’ennesima violazione del divieto di avvicinamento, pertanto, dopo avergli notificato l’ordinanza del giudice, lo traevano in arresto e lo traducevano presso l’abitazione dove risiede, in regime di arresti domiciliari.

Primo piano
L’inchiesta

Crollo all’Esselunga di Firenze, gli investigatori si concentrano sul “dente” della trave: cos’è e perché potrebbe aver ceduto – Video

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative