Il Tirreno

Livorno

Livorno calcio
Serie D

Il “Cobra” morde la maglia amaranto: oltre a Luci e Brenna resta anche Giordani

di Alessandro Lazzerini
Il “Cobra” morde la maglia amaranto: oltre a Luci e Brenna resta anche Giordani

Ora sono 10 i giocatori in rosa per Indiani E arriva il rinnovo per 4 anni con Macron

28 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Lavori in corso. Un cartello di quelli che si vedono spesso e volentieri per le strade starebbe bene anche davanti all’Armando Picchi. Queste settimane saranno decisive per la costruzione della squadra, con la società amaranto che al momento è a metà dell’opera. Tanto lavoro sui giovani, ma anche tra gli over che di solito in una squadra sono 14-15, con il Livorno che al momento è sette, quasi otto. Il conteggio è presto fatto. Rispetto allo scorso anno le conferme sicure al 100% per il momento sono tre: il capitano Andrea Luci, il “cobra” Giulio Giordani che aveva accordo biennale e il difensore Duccio Brenna che in questi giorni ha trovato l’accordo definitivo e nei giorni scorsi ha pubblicato storie social abbastanza esplicite sulla sua permanenza in amaranto. A questi, ed è qui che si può arrivare prestissimo a otto over in rosa, c’è Filippo Bellini. Il Prato lo voleva fortemente e ha presentato un’offerta notevole, ma la volontà del centrocampista fucecchiese di restare a Livorno la farà da padrona. Mancano gli ultimi dettagli per l’accordo definitivo. Oltre a questo ci sono altre situazioni da valutare (Rossetti su tutte) e altre invece da risolvere come Tenkorang. Dal mercato è tutto fatto per Regoli, Capparella e Risaliti. A questi si aggiungo gli under Arcuri e Turini. Totale, dieci giocatori già in rosa. E altri su cui la società si sta muovendo di giorno in giorno, senza dimenticare il grande obiettivo Federico Russo e tante trattative soprattutto per la zona mediana del campo. Oltre alla parte tecnica, fin dalla prima conferenza stagionale, il team societario ha ribadito più di una volta quanto serva cambiare marcia anche fuori dal campo. Una consapevolezza importante su un aspetto in cui lo scorso anno ci sono state le mancanze maggiori. Una novità che sta a metà tra il terreno di gioco e l’extra campo è lo sponsor tecnico. Nelle scorse settimane vi avevamo raccontato dell’accordo tra il Livorno e Acerbis che sarebbe dovuto durare quattro anni. Questo perché il rapporto tra la società amaranto e Macron (che in città sponsorizza anche la PL) era ai titoli di coda. L’accordo triennale con l’azienda bolognese scadeva al 30 giugno e fino a quella data Macron avrebbe avuto un’opzione per allungare la partnership. Questo è accaduto con un colpo di coda da parte di Macron per tenere una piazza importante come Livorno e da parte della società per avere ancora addosso uno dei migliori brand sportivi del Bel Paese. Stavolta l’accordo, tra Macron e il Livorno, è ufficiale e si tratta di una collaborazione pluriennale, per l’esattezza fino al 2028, altre quattro stagioni.

Primo piano
Il dramma sfiorato

Viareggio, bimbo di due anni rischia di annegare in piscina: salvato dall’intervento della bagnina

di Roy Lepore