Il Tirreno

Livorno

Basket: Serie B

PL, una notte da dimenticare: vince Avellino e addio finale promozione

di Alessandro Bernini
PL, una notte da dimenticare: vince Avellino e addio finale promozione

Chiarini sbaglia il tiro da tre all’ultimo secondo. Partita con tanti errori, alla fine le lacrime e gli applausi di tutto il PalaMacchia

29 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Livorno La serie maledetta si chiude 2-3. Vince Avellino contro una PL che ha perso la bussola proprio nel momento più importante della stagione. Tre sconfitte consecutive proprio quando la finale sembrava lì, a un passo. E ora c’è davvero da mangiarsi le mani. L’occasione persa fa male. Tanto male.

Anche stavolta la squadra ha raggiunto a malapena i 70 punti. Tanti errori al tiro, quasi come se fosse venuto il braccino nel momento più importante. E non sono bastati neanche gli oltre 4000 del PalaMacchia che hanno provato in ogni modo a spingere una squadra arrivata allo sprint sulle gambe. Dispiace soprattutto per questa gente che meritava un finale diverso. Alla fine le lacrime di Chiarini sono state lo specchio della serata.

Vado al Max

Partita tutta in apnea. Ferraro mette i primi 4 punti ma la PL tira male e Avellino allunga sul 4-10. Brava in questi momenti la PL a difendere forte e mantenere lo strappo entro limiti accettabili. Alla fine del primo quarto siamo 11-14 e va di lusso perché al tiro c’è un pessimo 4/17 (0/4 da tre punti), con Lo Biondo (0/6) che proprio non riesce a entrare in partita e Chiarini fermo a quota 2.

Ecco Mateo

Secondo quarto e si accende Chiarini. Suo il canestro del sorpasso (17-16), con palla rubata e sottomano in contropiede col Palazzo che viene giù. In difesa la PL ruggisce, è il momento migliore, ancora Chiarini, stavolta da 3 punti (prima tripla del match per la PL) e si va 23-18.

Ma Avellino è una brutta bestia, non muore mai e dopo un batter d’occhio siamo di nuovo 27-28. Ogni palla è una guerra, il PalaMacchia ribolle, Chiarini sbaglia l’ultimo sottomano ma la difesa della PL consente di andare al riposo lungo avanti di 3 punti (31-28).

Chiarini ha già 13 punti, dai lunghi è arrivato pochissimo (3 punti e 3 rimbalzi sommando Pagani e Diouf), mentre Lo Biondo continua a litigare col canestro (1/7 da due e 0/3 da tre) ma almeno ha già tirato giù 6 rimbalzi. Di squadra è quell’1/7 da 3 punti che impedisce alla PL di spiccare il volo.

In difficoltà e Loschi

Nel terzo quarto la PL parte male. Palle perse, errori al tiro e meno solidità difensiva, Nikolic trova 4 punti consecutivi mentre in attacco proprio non si riesce a trovare il tiro da tre punti. Lo Biondo ancora in difficoltà, Avellino trova una tripla del solito Verazzo e vola a più 9 sul 37-46. Qui Rubbini e Campori mettono dentro due bombe di una importanza pazzesca e ricuciono (43-46) in una bolgia pazzesca. Pagani segna da sotto e subisce il fallo di Bortolin (terzo) e siamo 48-50 (libero sbagliato). Ma la PL è viva, Loschi ne segna due da tre punti (56-50) in modo pazzesco e si va alla fine del quarto sul 56-52.

Batticuore

L’ultimo quarto è da infarto. Il primo canestro è di Chiarini dopo 1’30” (58-52). Avellino tira bene ma Pagani ne mette 5 di seguito e a 6’30” dalla fine siamo 63-57. Chiarini sbaglia la bomba del più 9, di là segna Verazzo. Avellino non sbaglia un libero, piazza un break di 3-12 e torna avanti (66-69) a 2’30” dalla fine. Chiarini segna un libero, Rubbini fallisce la bomba sel sorpasso, di là segna Bortolin e siamo 67-71 a 1’ dalla fine. Va al tiro Pagani che sbaglia, Avellino può congelarla ma Loschi ruba palla, prova la bomba da tre ma sbaglia a 16” dalla fine. Un canestro di Loschi e un fallo di Bortolin in attacco danno un’ultima chance sul 709-72 con 3” da giocare ma Chiarini sbaglia la tripla della vittoria. l


 

Primo piano
Scuola

Maturità, le tracce della prima prova: Ungaretti, Pirandello, l’atomica e i social