Il Tirreno

Livorno

Fortezza Nuova

Livorno, un prato, un telo e i bimbi: in scena "Pinocchio, l’avventura"

Livorno, un prato, un telo e i bimbi: in scena "Pinocchio, l’avventura"

Famiglie a raccolta, c’è il Teatro Picnic Rincorse, equivoci, furberie, risate: Italo Pecoretti racconta

07 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. “Di Pinocchio l’avventura”. Il mitico burattino idolo dei bambini protagonista assoluto del Teatro Picnic di questa sera domenica 7 luglio dalle 19,30 in Fortezza Nuova. A dare la vita al nostro Pinocchio è l’artista Italo Pecoretti per un evento dedicato alle famiglie e ai bambini della rassegna che ha la direzione artistica di Marco Buldrassi e Giulia Ventura che si chiude il 21 luglio, supportata anche dalla collaborazione con Koala Ludo e Fortezza Nuova. Un prato, un pubblico, tanti teli e cestini da picnic, musica, divertimento e spettacolo: questi sono gli ingredienti che caratterizzano gli appuntamenti domenicali.

Per partecipare allo spettacolo l’ingresso è a “piazzola”. Quella da 1 o 2 persone costa 10 euro, quella da 3 o 4 costa 15. Ingresso gratuito ai piccoli al di sotto dei 4 anni.

Questa sera domenica 7 luglio alle 19,30 la storia di un burbero burattinaio che racconta controvoglia la storia di Pinocchio, dice di essere il discendente di Mangiafoco e di conoscere a menadito la vita e la morte del famoso burattino.

La musica della sua concertina e una coppia di vecchie marionette lo accompagnano durante il racconto, quando a un certo punto, dentro la baracca dei burattini, tutto si trasforma in azione. E qui si concluderà tra rincorse, equivoci, furberie, bastonate, gran divertimento ed autentica paura di Pinocchio l'avventura.

Domenica prossima 14 luglio invece sarà la volta di “Pure Imagination” con Lory Bold e Francesco Boni per uno spettacolo baby di clownerie, giocoleria, magia, burattini interamente scandito dalla musica, affidato al linguaggio universale della mimica.

Il 21 luglio, sempre alle 19,30 alla corte dei furiosi “ Il carro dei pupi furiosi” con Marco Buldrassi, Elena Farulli, Giorgio Monteleone e Giulia Ventura. Sul palco una commedia dell’arte con narrazione, canto e musica dal vivo. Si tratta di un carro di pupari sui generis irrompe sulla scena per trasportare il pubblico in uno dei più famosi poemi cavallereschi, l’Orlando Furioso.l




 

Primo piano
Ambiente

«No alla nuova funivia»: rivolta contro l’ecomostro sull’Appennino tosco-emiliano. I motivi della protesta

di Cristiano Marcacci
Sport