Il Tirreno

Livorno

Politica

Livorno, il "vaffa" di Bandecchi al candidato Guarducci: «Zitto sugli attacchi a Costanza»

di Franco Marianelli
Livorno, il "vaffa" di Bandecchi al candidato Guarducci: «Zitto sugli attacchi a Costanza»

L’attacco del fondatore di Alternativa popolare all'esponente del centrodestra. La replica del giornalisa: «Gravi offese e minacce contro di me»

06 giugno 2024
4 MINUTI DI LETTURA





Livorno «Guarducci deve andare in c…». Che Stefano Bandecchi abbia un linguaggio non propriamente simile a quello felpato del “dottor sottile” Giuliano Amato è cosa nota, ma ieri mattina in piazza Grande il sindaco di Terni ha dato il meglio (o il peggio) di sé. Occasione la consegna da parte di Alternativa Popolare (il partito da lui fondato che a Livorno candida Costanza Vaccaro) di un’ambulanza all’Anpana «e non un’ambulanza per umani riciclata per gli animali come è sempre successo nel nostro paese ma un vero e proprio mezzo di soccorso – sostiene la stessa Vaccaro – ideato per gli animali con tanto di bombole di ossigeno».

Ma torniamo al “vaffa” pronunciato da Bandecchi verso il candidato sindaco del centrodestra che cancella la pace del caffè siglata in Baracchina Bianca un mese fa: «Se lo merita – spiega – perché non ha ritenuto opportuno offrire la propria solidarietà a Costanza dopo le gravi minacce ricevute cosa che hanno invece fatto tutti gli esponenti degli altri schieramenti». Aggiunge la candidata a sindaca: «Le ho ricevute a mo’ di carità pelosa dopo alcuni giorni dai fatti e probabilmente perché sollecitato da alcuni del suo staff». Ma gli attacchi a Guarducci non sono finiti: reo quest’ultimo di aver criticato il «lavoro di cittadinanza», ovvero la forma di sostegno ai bisognosi ideata nella stessa Terni da Bandecchi, il leader di Alternativa popolare ha tirato fuori dalla tasca un rotolo di banconote chiedendo ai presenti se ci fosse qualcuno disponibile a portare la somma allo stesso Guarducci (un“reddito” personalizzato per lui).

Tornando alla donazione, l’ambulanza è una Fiat “rescue leader new time” completa di attrezzature e apparecchiature e riporta sulla fiancata la scritta “Dono di Alternativa Popolare”. Ma non sarà un po' strumentale la donazione a pochi giorni da voto ? «Perché? Ripulire i giardinetti di Shangai a pochi giorni del voto non è strumentale ? Promettere agli abitanti in via di Sant’Alò interventi a pochi giorni dal voto non è strumentale? Bandecchi non lo ferma più nessuno – comunque se vogliono essere solidali e farmi riavere parte degli 80mila euro spesi per l’ambulanza Alternativa Popolare sarà ben felice di incassarli».

A ricevere il mezzo non poteva ovviamente mancare , in una piazza divisa tra il giallo delle magliette dei seguaci di Vaccaro e il verde delle divise Ampana, il presidente della stessa associazione Franco Fantappiè candidato nella lista di Prospettiva che sostiene una degli avversari di Vaccaro ovvero Valentina Barale. Non è imbarazzato? «E perché dovrei esserlo: io sono una cosa, Anpana un’altra. Noi accettiamo donazioni da tutti. Se altri volessero regalarci un’ambulanza ben felici di riceverla».Presente anche il cantante Manuel Aspidi, compagno di Gianluca Di Liberti consigliere comunale seguace di Vaccaro: «Sono qui perché amo gli animali e questa è una bella giornata per loro». Il finale non può che essere in tinta bandecchiana: il sindaco di Terni si mette al posto dell’autista e attiva la sirena.

La replica

Alessandro Guarducci, candidato a sindaco di Livorno per la coalizione del Rinnovamento (Centrodestra più Azione) risponde alle «gravi offese e minacce» ricevute da Stefano Bandecchi, leader di Alternativa Popolare, durante una diretta social. «Intanto fa piacere - dice - essere sempre nei pensieri del leader di Alternativa Popolare e sindaco evidentemente a scappatempo di Terni, Stefano Bandecchi, che continua però a qualificarsi per quello che è. Tralasciando le minacce (gravi) e le offese al sottoscritto ripetute anche di fronte a numerosi giornalisti durante una diretta social, che si commentano da sole (la violenza delle parole è pericolosa. ..) , mi dispiace di non poter andare a Terni, a vedere le meraviglie decantate da Vaccaro perché il sindaco Bandecchi simpaticamente ha detto in un video che dovrei essere attaccato per i piedi. Ma se la strategia sua è di far vincere la sinistra a Livorno, basta saperlo e basta che lo dica chiaramente. Non a caso la stessa Vaccaro, dopo aver fatto una campagna elettorale tesa esclusivamente ad attaccare il centrodestra e il candidato Guarducci, piuttosto che concentrarsi su chi ha malgovernato Livorno, ha dichiarato recentemente in un dibattito all’Arcigay che organizzerà il Pride proprio qui: più che un’alternativa, quella di Bandecchi e Vaccaro mi sembra ahimè la stessa zuppa di Pd e Primo polo. Dunque - conclude - cari concittadini, se volete un vero rinnovamento per la nostra città, il voto utile è solo per il centrodestra (allargato ad Azione) con Guarducci sindaco»

Primo piano
Lo schianto

Morto a 32 anni in Autostrada a Carrara: chi era Samuel e le prime ipotesi sulla tragedia