Il Tirreno

Livorno

Parco Centro Città

A Livorno si va “Oltre la panchina” tra laboratori ambientali, fiabe, aperi-drag, musica e spettacolo

A Livorno si va “Oltre la panchina” tra laboratori ambientali, fiabe, aperi-drag, musica e spettacolo

La due giorni in occasione dell’anniversario del Queer Wall: i protagonisti e il programma completo

30 maggio 2024
6 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO Oltre la panchina. Intersezioni urbane per una città ragionevole. Questo il titolo dell’iniziativa del 6 e 7 giugno, in occasione dell’anniversario della nascita del Queer Wall al Parco Centro Città, quattro associazioni intendono unirsi per far vivere l’attivismo all’interno di uno spazio pubblico cittadino.
Il progetto, patrocinato dal Comune di Livorno, è stato ideato dalla fotografa Giulia Barini e da Valerio Chellini in arte Lalique Chouette in collaborazione con le associazioni Nip-Neuropsicologia in Piazza, Led Libertà e Diritti Arcigay Livorno, Sons of the Ocean e Agedo Livorno. Vede inoltre la compartecipazione del Comitato Soci Coop di Livorno di Unicoop Tirreno, dato l’occhio di riguardo che ha sempre posto sulla cultura e sull'educazione
per il cittadino a un consumo ragionevole.
Il 6 e il 7 giugno dalle 16 alle 22, ospiti del Parchino Bistrot, le associazioni animeranno il parco coinvolgendo i bambini nella realizzazione di un laboratorio di educazione ambientale, tenuto dall'associazione Sons of the Ocean, e un laboratorio artistico legato al murales tenuto da Nip
Neuropsicologia in Piazza e il gruppo Giovani Arcigay Livorno.
La cornice che ruota attorno a queste due attività pomeridiane, sfocerà nelle due serate del 6 e 7 giugno, tra un incontro sull’integrazione tra l’attivismo e gli spazi della città, un piccolo spettacolo teatrale, una lettura di fiabe, e un aperi drag con dj set, per concludere il tutto a suon di musica.
EVENTI
Giovedì 6 giugno dalle 16 alle 18 laboratorio artistico “Queer Wall" Il queer wall realizzato da Giulia Bernini, in arte Oblò, è un murales che celebra l’orgoglio Lgbtqia+attraverso i volti più importanti del movimento che con la loro arte hanno segnato la storia diventando delle vere e proprie icone, spaziando dalla pittura allo sport, dal teatro alla letteratura fino al cinema e alla musica: Gilbert Baker, Madonna, Keith Haring, le sorelle Wachowski, Harvey Milk, Lindsay Kemp, Oscar Wilde, Virginia Woolf, Marielle Franco, Marsha P.
Johnson, Divine, Aldo Mieli, Lili Elbe, Raffaella Carrà, Saffo e Pier Paolo Pasolini.
L’obiettivo del murales è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e dare voce a giovani attivisti e artisti perché è l’arte è da sempre un denominatore comune in grado di unire le persone. A un anno di distanza dalla sua realizzazione, il Gruppo Arcigay Giovani in collaborazione con l’associazione Nip - Neuropsicologia in piazza coinvolgeranno i piccoli frequentatori del parco per raccontare la storia di questi personaggi e farli rivivere attraverso dei collage secondo i loro gusti, i loro colori e le loro preferenze. L’associazione Nip, in seguito alla pubblicazione del libro “ Impiastro! colora Livorno” del 2020, ha avuto l’occasione di svolgere diversi laboratori creativi indirizzati a anziani e bambini, utilizzando il materiale del libro come spunto per attività all’interno
di scuole e ludoteche comunali.
Sin dalla pubblicazione del libro, Nip  ha mantenuto una stretta collaborazione con Amal – associazione malati Alzheimer Livorno  occupandosi dell’organizzazione di laboratori di stimolazione cognitiva, grafica, fotografia e musicoterapia, oltre che dell’assistenza agli operatori museali durante i laboratori all’interno dei musei cittadini organizzati della cooperativa Itinera.
Alle 18,30 l’incontro Intersezioni urbane per una città ragionevole,  nella speranza di riuscire a coinvolgere all’incontro ulteriori partner e membri attivi nel sociale, le associazioni promotrici del progetto si incontreranno per dialogare sull’integrazione tra l’attivismo e gli spazi della città. Un’intersezione di forze per rendere il centro città più accogliente e partecipativo. Modererà l’incontro Alessio Porquier (FIPILI Horror Festival) in compagnia di Giulia
Bernini, Martina Cardamone
(Led Libertà e Diritti Arcigay Livorno), Matteo Nani (Sons of the Ocean), Rita Rabuzzi (Agedo Livorno), Stefano Santomauro (Grande Giove Aps) e Martina Turini (Nip Neuropsicologia in Piazza).
Alle 21  Performance Pussy Taboo - Itinerario in 11 tappe sulla Fica. Due esseri umani, due persone, due donne parlano con musica e parole di fica. Un viaggio. Un’esplorazione poetica. Un percorso esplicito sulla fica. Ognuna diversa, speciale, con caratteristiche uniche. Pussy Taboo è una performance che coniuga la parola e la musica: 11 monologhi* per narrare l’unicità della fica, 11 melodie per raccontarne la diversità.
Laura Rossi (“La ballata degli esseri pensanti”, “Girl 1.0”, “La fame plobenaria”) e Letizia Pieri (Vocal Sisters, Megliosole, Sonnambula), dopo anni di amicizia, decidono di misurarsi nella creazione di un progetto che unisca le loro visioni sulla femminilità, nelle sue variegate declinazioni. Da questa sinergia nasce l’urgenza di creare un progetto con l’intento di scardinare gli stereotipi ed eliminare il giudizio. Perché questo argomento?
Perché è tempo di parlarne, di riprenderci l’orgoglio di averne una.
*Alcuni dei monologhi sono liberamente tratti da “Coños” di J.M. de Prada, J. Plã, “Jouissance
Club”.
Venerdì 7 giugno
Ore 16 - 18
LABORATORIO EDUCAZIONE AMBIENTALE “CLEAN UP”

Sons of the Ocean fondata da surfisti livornesi amanti della natura, unisce la passione per gli sport all'aperto all'impegno per l'educazione ambientale. Organizza pulizie delle spiagge per preservare gli ecosistemi marini, promuove la riforestazione costiera e coinvolge la comunità in progetti di sensibilizzazione ambientale.
L’associazione offre laboratori didattici in collaborazione con l'Università di Pisa, consolidando il legame tra la ricerca accademica e le azioni concrete a favore dell'ambiente. I laboratori didattici focalizzati sull'ecologia marina e sulla sostenibilità offrono ai partecipanti un'esperienza pratica e informativa promuovendo uno stile di vita attivo e sostenibile, volto principalmente a dedicarsi attivamente alla tutela dell’ambiente e di chi quindi lo abita.
Un’esperienza del genere all’interno del Parco Centro Città, garantirà ai bambini una presa di coscienza sull’ambiente che frequentano ogni giorno. Muniti di guanti e sacchi per la raccolta del multimateriale e di piccoli rifiuti indifferenziati setacceranno il terreno del parco e attraverso una approfondimento sui materiali che ne emergeranno, li aiuterà a comprendere non solo l’importanza del differenziare, ma a preservare e mantenere igienico e decoroso il parco che li ospita ogni giorno.
Ore 18.30
UNA DRAG E LE SUE FAVOLE

Che c'entrano le Drag Queen con le favole?
“Le favole e le Drag Queen piacciono ai bambini. Assolutamente. Ve l’assicuro!” Racconta Lalique Chouette: “Quando ero una Star ad Ibiza la sera ero solita prepararmi a casa per poi raggiungere il Bar dove solitamente passavo la serata prima delle folli notte in discoteca. Ogni sera vivevo la
strada che separava il mio appartamento ed il locale come un lungo red carpet. Ostentavo il mio passo sicuro, spavaldo immersa in flash di macchine fotografiche e saluti: “Hola Lalique, Ehi Hermosa, Fantastica. Lalique una foto?” Rispondevo con un accenno di sorriso e proseguivo diritta verso la meta. Una sera mi sento afferrare la gonna. Indispettita mi volto, pronta a
rispondere per le rime. Non vedo nessuno. Abbasso lo sguardo. Incontro gli occhi ricolmi di curiosità di una bambina. Era scappata dalla mano sicura della
mamma per aggrapparsi con altrettanta fermezza ad un lembo del mio vestito. Incantata mi chiede -Perdona, tu eres una cicha de fantasia? Sei una fata?- Come contraddirla: -Claro! Soy una cicha de fantasia! - Sono una fata, una maga, una regina”.  E quale bambino o bambina non vorrebbe ascoltare una favola raccontata da una fata?  Le famiglie cambiano, le identità si evolvono ed anche le favole hanno bisogno di un nuovo respiro.
Ore 19.30 - 22
Dj SET

A seguito dell’appuntamento con la drag e le sue favole seguirà un aperitivo con dj set fino alle  22 per chiudere e festeggiare questa due giorni di laboratori.
 

Primo piano
Estate

Docce in spiaggia, niente divieto in Toscana: sì all’acqua non potabile, ma solo per quelle in più