Il Tirreno

Livorno

L’inchiesta

Aldo Spinelli interrogato dai giudici: «Mi merito la libertà» – Video

Aldo Spinelli interrogato dai giudici: «Mi merito la libertà» – Video

L’imprenditore ex patron del Livorno: «Ho risposto a tutto, sono tranquillo». Per ora è ai domiciliari

13 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





«E' andata bene. Ho risposto a tutto, tutto. Fate i bravi mi raccomando, tranquilli». Aldo Spinelli, l'imprenditore ai domiciliari con l'accusa di corruzione nell'inchiesta che ha segnato un terremoto nella politica ligure, replica così ai numerosi giornalisti presenti a Genova per l'interrogatorio di garanzia. Nelle immagini realizzate dalle tv, a chi gli chiede se è preoccupato l'imprenditore della logistica replica: "No, assolutamente no" e si augura che la misura cautelare duri poco: "Penso di meritarmela (la libertà, ndr)". 

Ai cronisti che gli domandavano se avesse chiesto la revoca della misura cautelare, ha replicato: «Quelle cose la fa il mio avvocato».

Lo yacht al centro dell’indagine

Nell'indagine che ha coinvolto il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, agli arresti domiciliari, e l'ex presidente del Porto, attualmente sospeso e coinvolto in Iren, Paolo Emilio Singorini, lo yacht di Spinelli è al centro dell'attenzione.

Primo piano
Politica e soldi

Le elezioni europee sono un grande affare: ogni eletto intasca 1,2 milioni

di Mario Neri
Ciao Franchino