Il Tirreno

Livorno

Choc in centro

Spaventosa rissa fuori da un pub di Livorno fra sei giovani: uno di loro col volto tumefatto

di Stefano Taglione
Un intervento congiunto di polizia e carabinieri (foto d'archivio)
Un intervento congiunto di polizia e carabinieri (foto d'archivio)

I dipendenti dell'attività di ristorazione si sono dovuti chiudere dentro per la paura: polizia e carabinieri sul posto, sangue sull'asfalto

27 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Una tremenda rissa fra almeno sei persone, secondo una prima ricostruzione tutte nordafricane, con un giovane tunisino trasportato al pronto soccorso con il volto tumefatto. Momenti di terrore poco dopo le 4 di mattina di ieri in via Sardi, non lontano da un pub del centro, con il proprietario e i dipendenti – totalmente estranei alla vicenda, così come l’attività notturna – che per la paura si sono dovuti chiudere all’interno, chiamando il 112.

Sul posto, dopo le numerose telefonate alla centrale unica di emergenza di Firenze, sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato, con la Squadra volante dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della questura, i carabinieri della Compagnia di Livorno in loro supporto, una pattuglia dei baschi verdi della guardia di finanza e un’ambulanza attivata dal 118. Il giovane, che lamentava forti dolori a causa delle contusioni riportate nella furiosa rissa in cui ha avuto la peggio, è stato immediatamente trasportato in ospedale e identificato dalle forze dell’ordine, che in zona non hanno trovato più nessuno. Dei contendenti, infatti, non c’era più traccia. Solo lui e i segni della contesa, come del sangue sull’asfalto. «Abbiamo sentito un forte frastuono – le parole di alcuni residente della zona, impauriti dalle urla e che, a causa delle grida, si sono ovviamente svegliati – poi sono arrivate le pattuglie e l’ambulanza, che ha soccorso questa persona».

Il ferito, per sfuggire alla violenza, sarebbe entrato anche in una sala giochi della zona, dopodiché all’arrivo delle forze dell’ordine ha dato in escandescenze iniziando a scalciare. Ma è stato comunque fermato in qualche modo. Nel giro di qualche decina di minuti, in questo caso nella zona di piazza XX Settembre, un’ambulanza della Svs di via San Giovanni ha inoltre soccorso per fortuna in condizioni non gravi un giovane che lamentava di essere stato picchiato da alcuni coetanei e che, per questo motivo, si era rifugiato in un bar. La polizia di Stato sta cercando di ricostruire l’accaduto. l

S.T.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia

Argentario, neonato morto su una nave crociera: fermata la mamma, è accusata di omicidio