Il Tirreno

Livorno

I nostri soldi

Livorno, nel 2024 nessun aumento della Tari: decisivo il recupero dell’evasione

Livorno, nel 2024 nessun aumento della Tari: decisivo il recupero dell’evasione<br type="_moz" />

La manovra è stata presentata in commissione bilancio

25 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Livorno Nessun aumento Tari per il «quinto anno consecutivo». La manovra Tari è stata presentata ieri mattina in commissione non registra per il quinto anno consecutivo alcun aumento per la tassa sui rifiuti dei livornesi. Come emerso durante la discussione in commissione bilancio «l’ottimo andamento della riscossione sul recupero dell’evasione Tari», spiegano dal Comune ha fatto sì che l’aumento derivante dal Piano Economico Finanziario fosse neutralizzato.

In altre parole le risorse recuperate da chi non ha pagato la Tari negli anni precedenti vanno a diminuire la tariffa per tutti. L’amministrazione comunale, che nella prima parte del mandato ha ridotto le previsioni di entrata tariffaria grazie all’uscita anticipata dal concordato di Aamps e al bilancio comunale «ha mantenuto negli anni costante la Tari, mitigando ulteriormente l’impatto sui cittadini e sulle aziende grazie alle agevolazioni attribuite su base Isee per le famiglie».

Quest’anno la situazione ha una partenza diversa poiché Arera, ovvero il regolatore nazionale della tariffa, ha riconosciuto l’applicazione di una doppia percentuale di inflazione sui bilanci dei gestori del servizio rifiuti, imponendo di fatto un aumento della tariffa da parte dei comuni.

Comuni che non approvano più i Piani Economici Finanziari dei servizi, limitandosi a una presa d’atto di quelli deliberati da Ato, ma possono comunque intervenire nella composizione dei Piano economico finanziario nella parte di propria competenza. In questo caso la scelta del comune è stata quella di applicare in riduzione il recupero Tari per 2. 394. 804 euro, portando la cifra da richiedere ai livornesi da 40. 040. 473 euro a 37. 645. 669, sostanzialmente invariata rispetto a quella dello scorso anno e senza variazioni sulle bollette delle aziende e delle famiglie livornesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
L’indiscrezione

«Troppa frociaggine nei seminari»: la frase choc di Papa Francesco