Il Tirreno

Livorno

Verso l’estate

Livorno, l’azzardo del mare a primavera: vento e nuvole rovinano l’apertura anticipata dei bagni

di Luca Balestri
Livorno, l’azzardo del mare a primavera: vento e nuvole rovinano l’apertura anticipata dei bagni

Pochi costumi e ombrelloni aperti a causa del calo delle temperature ma il titolare dei bagni Lido è sicuro: «La stagione va allungata, ecco come»

24 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Più piumini e cappelli che costumi e ombrelloni aperti. La stagione preferita dei livornesi, l’estate, ancora deve arrivare. Ma a quanto pare neanche la primavera vuol farsi vedere quest’anno. Alla terrazza Mascagni i livornesi sono a passeggio, e dall’Accademia fino ai Tre Ponti ce ne sono ancora di più. Ma non c’è quella folla di persone in cerca di un antipasto d’estate. Il persistere dell’inverno infatti ha cambiato i piani di molti livornesi, che preferiscono aspettare l’esplosione della primavera per andare sul mare, o direttamente a fare un tuffo rigenerante. E la primavera tardiva ha scombussolato anche il programma dei Bagni Lido, che ieri erano pronti per la prima apertura extra stagionale. I bagni hanno aperto comunque, ma di livornesi al mare se ne sono visti pochissimi. E quei pochi sono dovuti accontentare di qualche foto invece che di un tuffo.

«Stamani (ieri mattina, ndr) c’era il sole, eravamo sicuri sarebbero venute tante persone. Ma poi si è affacciato il maltempo e purtroppo è andata diversamente», dice Nicola Ganni, figlio del titolare Riccardo, che insieme al padre gestisce il Lido. «Saremo aperti anche a Pasquetta, e da lì in poi ogni sabato e domenica, fino al 22 maggio, quando inizierà la stagione», specifica Ganni. Ogni fine settimana quindi, dalle 10,30 alle 18,30, i livornesi potranno entrare ai bagni Lido gratuitamente. E chi vorrà potrà affittare ombrellone, lettino e sdraio a dodici euro al giorno. Oppure solo lettino o sdraio, per cinque euro. Sarà sempre aperto anche il bar dello stabilimento, che quest’anno oltre ad avere una nuova gestione, avrà anche delle nuove sedie, color azzurrino, e de nuovi tavolini, colore avorio chiaro.

Nonostante il flop del primo giorno di apertura, Ganni si dice positivo sull’apertura dei bagni anche oltre la stagione estiva: «Stiamo capendo come aprire lo stabilimento nove mesi su dodici, dal primo marzo al primo dicembre. Nei mesi extra-estivi vorremmo stare aperti nel fine settimana. – dice-. Vogliamo cambiare la cultura dei livornesi dell’andare al mare e del godersi i bagni. La nostra città apprezza il mare tutto l’anno». E c’è già chi tra i clienti abituali approva il progetto: «A me l’idea di nove mesi d’apertura su dodici piace molto. Verrei ogni fine settimana, figliolo permettendo», dice Martina Notari, con il figlio di un anno e mezzo nel passeggino e i genitori seduti a uno dei tavolini nuovi del bar. «Stiamo facendo un accordo con gli ambulanti. I venditori di solito lavorano qui appena fuori dal bagno, noi vogliamo mettere qualche loro banchetto dentro quest’estate, per offrire qualcosa di nuovo ai clienti», annuncia Ganni.

I bagni Roma stanno ancora facendo dei lavori in vista dell’estate, ma il ristorante ieri era aperto. E di fatto la stagione è ufficialmente iniziata. A quanto pare per godersi il pranzo vista mare i livornesi non hanno guardato se il tempo era bello o brutto. A confermarlo è Luca Brondi, gestore del locale da ormai otto anni. «Il servizio è andato molto bene. Nonostante il tempaccio hanno praticamente riempito la sala. Pensavamo di stare aperti anche domani (oggi, ndr) , ma decideremo in base alle previsioni del tempo», dice. «Peccato per le temperature in picchiata e per il vento ghiacchino», spiega Massimiliano Bonfigli, che non gestisce un bagno ma il bar dell’Accademia, punto di ritrovo dei livornesi, riaperto mercoledì. «Qualcuno è venuto, ma il pieno c’è stato ieri (venerdì, ndr) . Il sole spaccava le pietre, non si poteva non andare al mare». Anche i bagni Tirreno anticiperanno la stagione: lo stabilimento sarà aperto tutti i fine settimana di aprile. Gli altri stabilimenti cittadini invece apriranno il 22 maggio, come da tradizione. L’unica eccezione la fanno i bagni Nettuno, che apriranno anche dal 20 al 27 aprile, in occasione della Settimana velica giovanile. RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Pianeta scuola e università

Ferrari, Don Abbondio e colesterolo: cosa c’è nel test di Medicina e quando usciranno i risultati