Il Tirreno

Livorno

Assunzioni

E per i bimbi di Livorno l'associazione Badalì cerca 15 tra animatori ed educatori: i requisiti e come candidarsi

di Francesca Suggi
E per i bimbi di Livorno l'associazione Badalì cerca 15 tra animatori ed educatori: i requisiti e come candidarsi

Il presidente Christian Piscopo: «La disabilità, la sfida e il sogno che si avvera»

31 gennaio 2024
4 MINUTI DI LETTURA





Livorno Quanta strada che ha fatto Christian Piscopo e la sua associazione da quell’estate 2022 che segna la nascita a Livorno del primo centro estivo targato Badalì Bimbi in stile villaggio turistico. Nel 2023 lo staff che cresce e arriva a 18 animatori, così i bambini che si affidano al gruppo che toccano quota duecento. E il 2024 sarà l’estate di un’altra grande sfida che ha bisogno di ancora nuovo personale.

15 assunzioni

«La Badali Bimbi quest'estate è alla ricerca di 15 figure per completare lo staff e la stagione va dall’ 11 giugno al 12 settembre», racconta il presidente e fondatore dell’associazione sportiva, oggi 37enne. Si cercano educatori, animatori, insegnanti che verranno suddivisi in due gruppi: junior club (6/14 anni) dal 11 Giugno al 12 Settembre e baby club (3/6 anni) dal 1 Luglio al 6 Settembre. «A partire da Febbraio - continua Piscopo - faremo una formazione totalmente gratuita per tutti i candidati che faranno parte dello staff» . Ecco i requisiti richiesti: la maggiore età, predisposizione con bambini e ragazzi; doti artistiche e o sportive; capacità di lavorare in squadra e tanta creatività. «La Badali Bimbi essendo un’associazione sportiva prevede contratti come collaboratori sportivi così come indicato dalla riforma sportiva entrata in vigore 1/7/23, dalla durata fino a dicembre 2024 che permette al candidato di proseguire tale collaborazione oltre il contesto estivo», va nei dettagli lui che è abituato alla serietà.

Come candidarsi

Due le modalità per candidarsi. «Il curriculum che è richiesto si può inviare via e-mail all’indirizzo di posta elettronica badalibimbiasd@yahoo.com oppure via WhatsApp al numero di telefono 327 8124368», continua. Il presidente annuncia già alcune novità 2024: «Posso già annunciare che abbiamo rinnovato le collaborazioni per la promozione sportiva con Tomei Volley Livorno e Rugby Livorno 1931 ed è entrata una nuova scuola di danza condotta da Simona Tocchini: St Danza». Si guarda indietro: «A settembre 2023, moltissimi ragazzi ci hanno lasciato per dedicarsi all’università o lavori diversi ma gli impegni iniziano a essere sempre in divenire e abbiamo necessità di rafforzare la squadra anche perché l’associazione è in crescita».

La sfida contro la disabilità e il sogno che si avvera

Un sogno nel cassetto ce l’ha Piscopo: «Sogno una Badalì con punti in varie parti della Toscana dove il format si possa replicare anche con altri centri estivi, collaborazioni con locali e animatori di varie città dedicando anima e corpo al mondo dei bambini di qualsiasi ceto, religione, normodotati o diversamente abile». E chiude con un appello: «La difficoltà più grande? Inviare mail, progetti a tanti imprenditori, catene e negozi piccoli o grandi per farci da sponsor con tantissime porte sbattute in faccia. Voglio sperare che qualcuno che legge voglia essere dalla nostra parte».

Piscopo racconta la sua storia. «Ero il ragazzo con le protesi acustiche che sfidava la sua timidezza show dopo show e alla fine oggi ce l’ha fatta: la nostra associazione sta crescendo», Christian Piscopo  oggi ha 37 anni, è il fondatore e il presidente di Badalì Bimbi. La sua è una storia tutta da raccontare. Grazie all’animazione ha sfidato la sua disabilità. Le difficoltà incontrate, i pregiudizi. «Sono salito sul traghetto nel 2004. Direzione: Sardegna. La voglia di fare animazione nei villaggi turistici era tanta. Per puro caso nacque il personaggio del Fenicottero Rosa e per anni il soprannome Neverland. Non amavo particolarmente i bambini agli inizi della mia carriera, ma quel personaggio catalizzava l’attenzione di circa 200 bambini ogni sera. Giorno dopo giorno, ero sempre più interessato ad abbracciare l’entertainment. Ero il nuovo e il diverso per il mondo dell’animazione, perennemente sotto una lente d’ingrandimento. E pensare che non ero ancora maggiorenne».

Venti anni di villaggio in villaggio, Piscopo si fa largo. E vuole costruire qualcosa anche nella sua Livorno. La sua vita nei villaggi turistici si chiude nel 2017. E nasce Badalì: «Ottobre 2020 è la data di nascita ufficiale Badali Bimbi. E inizia la lunga lista di compleanni, eventi per bambini non solo a Livorno ma anche in varie parti della Toscana come Firenze, San Miniato, Scandicci, Empoli, Pisa».

Primo piano
Emergenza idrica

In Toscana manca l'acqua: dall'Elba alla Lunigiana, ecco tutti i progetti per non restare a secco

di Francesco Paletti
Le nostre iniziative