Il Tirreno

Livorno

Il concerto

Da Livorno parte il nuovo tour di Vasco Brondi

di Francesca Suggi
Da Livorno parte il nuovo tour di Vasco Brondi

Il cantautore torna in scena dopo 3 anni: “Un segno di vita” il live per proporre il nuovo album al pubblico del The Cage

27 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO Piace a tanti Vasco Brondi. E’ un cantautore di quelli che fanno il sold out. E il suo nuovo tour partirà proprio da Livorno. L’artista sarà al The Cage il 5 aprile alle 22 (biglietti anche sul circuito Ticket One a 26 euro). A tre anni da Paesaggio dopo la battaglia, il primo album pubblicato a suo nome dopo la conclusione del progetto Le Luci Della Centrale Elettrica, Brondi ha annunciato sui suoi canali una serie di concerti in programma ad aprile 2024.
“Un segno di vita” è il titolo del tour e del nuovo album di inediti che verrà pubblicato a marzo per Carosello Records.

Vasco Brondi è stato un pioniere, un artista d’avanguardia. Senza Brondi, forse, il cosiddetto indie italiano, tra i generi più importanti degli ultimi  anni, non sarebbe stato lo stesso. E’ nato a Verona il 1° febbraio 1984 ma è cresciuto a Ferrara dove ha fondato il progetto musicale Le luci della centrale elettrica nel 2007, iniziando a frequentare con esso la scena artistica bolognese. Nel 2008 fa il suo esordio con Canzoni da spiaggia deturpata. Non a caso, nel 2008 vince la Targa Tenco per la miglior opera prima.

Vasco Brondi racconta: «“Un segno di vita” è una preghiera rumorosa dedicata a questo presente complesso, ambientata in un paesaggio di bombardamenti e città disastrate per il cambiamento climatico. Scoprire i primi germogli che crescono a Hiroshima dopo la bomba atomica, i fiori che crescono anche nel deserto. Provare a intravedere il futuro, come nelle profezie, la pioggia che fa sparire le strade, la pianura che tornerà un bosco. La cantilena degli esseri umani, costruire e distruggere e poi ricostruire. Come scriveva Calvino “adesso più che mai è importante cercare e saper riconoscere chi e che cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio”».

Quello del ferrarese Vasco Brondi è un percorso di formazione onnivoro, la cui forza è rappresentata dal confluire di linguaggi artistici diversi e complementari nel divenire degli scenari tecnologici: la musica, naturalmente, il cinema, il fumetto, il videoclip, l’illustrazione, la pittura, la danza e la scrittura da un lato. Internet, i blog, l’esplosione dei social network dall’altro. Le luci della centrale elettrica è il nome del progetto artistico/musicale di Vasco Brondi, nato nel 1984 e cresciuto tra Ferrara e l’Emilia. E adesso è tempo di nuovi cambiamenti.

Primo piano
L’inchiesta

Crollo all’Esselunga di Firenze, gli investigatori si concentrano sul “dente” della trave: cos’è e perché potrebbe aver ceduto – Video

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative