livorno
cronaca

Minaccia il personale del pronto soccorso con la stampella e i poliziotti estraggono il taser: denunciato

L’arma poi non è stata utilizzata. L’uomo, un 54enne, è accusato di minacce


23 giugno 2022


Livorno Prima ha brandito una stampella inveendo contro il personale del pronto soccorso. Poi ha minacciato i poliziotti: «Ora ci penso io a voi, ci penso io». Alla fine, alla vista del taser, ha desistito ed è stato denunciato per minacce a pubblico ufficiale.

È successo tutto martedì sera intorno alle 23. Sembra che l’uomo, un tunisino di 54 anni, si sia rifiutato di uscire dall’ospedale perché, a suo dire, non era stato curato adeguatamente. Era al pronto soccorso quando ha iniziato a inveire contro il personale presente, brandendo una stampella. Dato che non si calmava, dall’ospedale hanno chiamato il 112. In viale Alfieri sono arrivati gli agenti della Squadra volante dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della polizia di Stato diretto dal vicequestore Francesco Falciola. I poliziotti hanno trovato l’uomo fuori dal pronto soccorso. Il 54enne quando li ha visti ha cominciato a rovistare in un borsone, come se cercasse qualche oggetto da utilizzare, minacciando gli agenti: «Ora ci penso io a voi», avrebbe detto.

Gli agenti a quel punto hanno estratto il taser, la pistola a impulsi elettrici da qualche settimana in dotazione anche della polizia di Stato di Livorno, e gliel’hanno puntata. Non hanno però utilizzato l’arma perché l’uomo, vedendosela di fronte, ha smesso di inveire contro i poliziotti e si è calmato. Il 54enne è quindi stato denunciato per minacce a pubblico ufficiale. l


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.