Il Tirreno

Livorno

NUOVO OBIETTIVO 

Il Villaggio dei camionisti in raccordo con i terminal

28 aprile 2021
1 MINUTI DI LETTURA





GUASTICCE. Dal quartier generale dell’interporto di Guasticce si mette l’accento su un nuovo progetto che riguarderà la striscia che corre lungo la superstrada: un’area di 40mila metri quadri da destinare al “Truck Village”, uno spazio per ospitare i camionisti offrendo quasi trecento posti, una gamma di servizi, compresa la foresteria, ma anche stazione di servizio e punto di riferimento per bar e ristorante. Il tutto all’interno di un perimetro che garantisce il controllo degli accessi.

A Guasticce l’area sosta all’interporto sarà sincronizzata anche con la pesa certificata (già connessa per via telematica al porto) e con gli accessi ai terminal: anziché stare incolonnati davanti al varco doganale, i camion potranno muoversi ricevendo semaforo verde al momento giusto in cui può esser ricevuto a banchina.

Stiamo parlando del progetto “Pass4Core”: che ha avuto semaforo verde nel luglio scorso ed è stato messo in pista da una “squadra” di operatori che ha come capofila una società del gruppo A4 Holding, realtà della galassia Abertis costruita attorno all’autostrada lombarda “A4”, con una alleanza che include anche la società interportuale livornese insieme ad altre società similari di Parma, Verona e Padova, oltre che una controllata del ministro delle infrastrutture.

Fa parte di un gruppo di undici aree sicure ad uso dei camionisti lungo i principali assi di traffico merci (i corridoi europei Ten-T). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Primo piano
La stagione in arrivo

Toscana, l'estate del turismo parte col vento in poppa ma pesano i capricci del meteo

di Barbara Antoni