Il Tirreno

Livorno

Il lutto

Livorno piange Andrea Vanni, poeta e informatico: il ricordo dei colleghi


	Andrea Vanni, morto a 74 anni
Andrea Vanni, morto a 74 anni

Ha lavorato per 20 anni in Cna traghettandola nell’era dell’informatica

30 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Aveva compiuto 74 anni da pochi giorni. Martedì 30 aprile, purtroppo, ha perso la vita. Livorno piange Andrea Vanni, l’uomo che ha guidato la Confederazione nazionale dell’Artigianato della provincia verso l’informatizzazione, agli albori di Internet.

Il ricordo

È proprio l’associazione a ricordarlo con affetto nel giorno della sua scomparsa. «Andrea è venuto a mancare all’affetto della sua famiglia e degli ex colleghi – spiegano dalla confederazione, ricordando il loro dipendente ora in pensione – tecnico informatico che per oltre vent’anni ha guidato il centro elaborazione dati dell’associazione. Sotto la sua direzione esperta gli uffici sono passati dall’elaborazione manuale a quella meccanografica fino a quella informatica, consentendo lo sviluppo dei servizi alle imprese e del Caf. Ha vissuto il percorso dagli albori dell’utilizzo di internet per le aziende fino all’ingresso nell’era digitale verso cui ha instradato all’inizio degli anni duemila i tecnici che adesso operano al Ced di Livorno».

La passione per la poesia

Vanni, poeta per passione, nell’aprile del 2016 ha pubblicato per “a.l.a. Libri” il romanzo “Bidoni e budini”. Gli ex colleghi di lavoro di via Martin Luther King, lo ricordano come «preciso, scrupoloso, attento e sempre disponibile verso i colleghi per la risoluzione dei problemi informatici, Andrea esprimeva la sua sensibilità e l’intelletto anche nella poesia, con pubblicazioni e partecipazione a numerosi concorsi, molte volte ispirandosi alle sue profonde radici labroniche. Mancherà a Cna e soprattutto alla sua amata famiglia cui i colleghi si stringono con affetto».  

Le ultime
L’indiscrezione

«Troppa frociaggine nei seminari»: la frase choc di Papa Francesco