Il Tirreno

Le indagini

Morte Angelo Onorato, la lettera all’amico avvocato e la pista dei debiti. La figlia: «Lo hanno ucciso»

Morte Angelo Onorato, la lettera all’amico avvocato e la pista dei debiti. La figlia: «Lo hanno ucciso»

S’indaga in ogni direzione, ancora top secret il contenuto della missiva sottoposta agli inquirenti

26 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PALERMO. Lo hanno sentito fino a tardi, ieri sera, negli uffici della Squadra mobile di Palermo, un amico avvocato di Angelo Onorato, l'imprenditore 55enne trovato senza vita nella sua auto, una Range Rover, in una bretella di Viale Regione Siciliana a Palermo. L'uomo, marito della eurodeputata Francesca Donato, che ha trovato il cadavere, aveva una fascetta stretta attorno al collo. E' stato lo stesso legale, come sembra, a presentarsi agli investigatori, per dire di avere ricevuto tempo fa una lettera dallo stesso Onorato. Top secret il contenuto della lettera. Ma pare che parlasse di qualche problema economico per dei contenziosi con alcuni debitori. Ieri mattina Onorato avrebbe avuto un appuntamento di lavoro con un uomo tra Carini e Capaci (Palermo). Alle 14.30 la macabra scoperta della moglie e della figlia di Onorato. 

Il post della figlia

«Sono state dette cose inesatte, quindi sento la necessità di specificare come stanno le cose: Mio padre non si è suicidato, è stato ammazzato, Non era una persona che avrebbe mai lasciato la sua famiglia così, e soprattutto, per come io stessa insieme a mia madre l'abbiamo trovato. Vi dico che non è stato un suicidio ma in omicidio». A scriverlo, sui social, su sfondo nero, è Carolina Onorato, la figlia ventenne di Angelo Onorato. «Che nessuno osi dire o anche solo pensare che mio padre si sia suicidato - prosegue la ragazza - Ringrazio davvero tutti per i messaggi di conforto perdonatemi se non rispondo».

Primo piano
Elezioni

Ballottaggi in Toscana, si vota in 18 città: seggi aperti oggi e domani. Le 4 sfide ad alta tensione

di Mario Neri