Il Tirreno

Il lutto

È morta l’”immensamente Giulia” delle Vibrazioni, il ricordo commovente di Sarcina: «Ora più che mai sei lucente armonia»


	Il frame del video condiviso da Francesco Sarcina su Instagram
Il frame del video condiviso da Francesco Sarcina su Instagram

Il frontman della band milanese ha condiviso sui social una lettera dedicata alla donna che ispirò il brano che decretò il loro successo nel 2003: «Provo dolore per non essere riuscito a salutarti e a dirti quanto bene ti voglio»

23 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





MILANO. L’abbiamo cantata tutti. Quell’”immensamente Giulia” che ha prima ispirato e poi reso famoso il gruppo delle Vibrazioni. Sono passati 21 anni da quel successo musicale dal titolo “Dedicato a te” e oggi Giulia non c’è più. A darne notizia è stato lo stesso Francesco Sarcina, frontman del gruppo milanese che con la donna aveva avuto una storia d’amore quando entrambi erano ventenni. Una lettera condivisa sul suo profilo Instagram, una lettera dedicata a Giulia Tagliapietra, morta a soli 46 anni a causa di una malattia. 

«In più di una occasione mi hanno chiesto cosa volessi dire e intendere con "lucente armonia". Mi ricordo che il mio primo pensiero fu: "Ma come c...o fate a non capire cosa vuol dire?". Poi però mi resi conto che per capire realmente il significato, forse, era necessario conoscere Giulia. Ed ora è più che mai parte della lucente armonia, lasciando armonia e immensità nei cuori di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerla. Ma lascia anche tanto dolore, dolore perché è difficile dare un senso alla perdita così prematura di una gioia della natura quale è sempre stata. Difficile perché una madre e un fratello perdono una figlia e una sorella. Ma ancor più difficile è perché un marito e due figli perdono una giovane moglie e una madre splendida e amorevole».

«E se io non riesco a trattenere le lacrime per il dolore che provo Giulia. Il dolore per non essere riuscito a salutarti e dirti quanto bene ti voglio – continua Sarcina –. Ma certo è che un giorno ci ritroveremo e rideremo della stupidità umana. Con amore vero ed eterno». A corredo della lettera una fotografia: è un frame del video della canzone che mostra Giulia interpretata dall’attrice Angelica Cacciapaglia. 

Il cantante ha ricordato Giulia – con la quale aveva mantenuto un rapporto di amicizia – anche durante il suo concerto di lunedì scorso a Casarano, in provincia di Lecce. Poco prima di intonare il brano “Dedicato a te” ha chiesto al pubblico di essere vicino al suo dolore per la scomparsa della donna: «È la prima canzone che ci ha resi conosciuti, è uscita nel 2003 ed è stata dedicata a una persona speciale, veramente immensa, immensamente Giulia….». Giulia Tagliapietra viveva a Milano e lavorava come gemmologa. Lascia il marito e due figli.

Primo piano
Elezioni

Ballottaggi in Toscana, si vota in 18 città: seggi aperti oggi e domani. Le 4 sfide ad alta tensione

di Mario Neri