Il Tirreno

Grosseto

La sorpresissima Scarlino ferma il volo del Grifone

di Franco Ferretti
La sorpresissima Scarlino ferma il volo del Grifone

Coppa Passalacqua I ragazzi di Telesio colpiscono nel finale

07 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. Il Passalacqua fa un’altra vittima illustre. Il Grosseto perde 2-1 contro lo Scarlino e saluta la coppa. Dopo la Nuova Grosseto, che era stata eliminata nella fase a gironi, mercoledì sera, nel match valido per quarti di finale della 49ª coppa “Bruno Passalacqua”, è toccato al blasonato Grosseto di mister Alberto Corti lasciare anzitempo la seguitissima kermesse giovanile calcistica. Una doccia fredda che ha colto impreparato tutto lo staff biancorosso. Al contrario, invece, apoteosi per i “rossi” di mister Andrea Telesio che passano alle semifinali contro ogni pronostico.

La formazione di mister Telesio si presenta ai nastri di partenza con gli uomini contati e quindi ben consapevole delle difficoltà alle quali potrebbe andare incontro. Il Grosseto invece, è in grande spolvero, con Generali al centro dell’attacco a dimostrazione che il team del Grifone mette in campo i pezzi più pregiati per passare il turno.

La gara di apre con un Grosseto che spinge subito forte, e uno Scarlino che si difende con tutti i mezzi. Spesso i ragazzi di Telesio sono costretti a indietreggiare e non riescono nemmeno a oltrepassare la metà campo. Dopo diverse occasioni unioniste, finalmente al 39’minuto con una deviazione di testa di Violante, il Grosseto riesce a passare in vantaggio. Si va così al riposo con i biancorossi in vantaggio per 1-0.

Nella seconda frazione di gioco il copione è lo stesso, con il Grosseto che si proietta in avanti e lo Scarlino che indietreggia cercando di contenere al meglio le scorribande avversarie. Poi, attorno alla metà della ripresa succede qualcosa d’imprevedibile. Il Grosseto inizia a calare sia fisicamente che mentalmente. Adesso sono i ragazzi di mister Telesio che alzano la testa e provano a riaprire la gara. Cosa che riesce al 75’ con Felici che insacca in diagonale per la rete del pari. La gara si fa bella e ancora più interessante. La posta in palio è altissima. Ma è all’ottantanovesimo che dal cilindro dello Scarlino spunta Camarà. Il ragazzo, con estrema freddezza, infila un diagonale imparabile per Cerone e insacca in rete regalando vittoria e passaggio alle semifinali allo Scarlino. 

Primo piano
di Matteo Scardigli

Corriere scomparso, ritrovato il cadavere durante il sopralluogo alla villetta ad Arcidosso. I misteri ancora da chiarire