Il Tirreno

Grosseto

Grifone affidato a Di Meglio. Malotti in pole per la panchina

di Paolo Franzò
L’ormai ex allenatore del Grosseto, Vitaliano Bonuccelli, durante una partita di campionato del Grifone. Il tecnico nelle scorse ore ha raggiunto l’accordo con la società per la rescissione consensuale (Agenzia Bf)
L’ormai ex allenatore del Grosseto, Vitaliano Bonuccelli, durante una partita di campionato del Grifone. Il tecnico nelle scorse ore ha raggiunto l’accordo con la società per la rescissione consensuale (Agenzia Bf)

Ufficiale la rescissione consensuale con mister Bonuccelli

31 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. Senza colpi di scena, l’addio al Grifone di mister Vitaliano Bonuccelli si concretizza in una fredda mattina di fine gennaio, con il comunicato della società biancorossa a certificare quanto anticipato il giorno prima: «Us Grosseto 1912 rende noto di aver interrotto di comune accordo il rapporto con il responsabile tecnico della prima squadra, Vitaliano Bonuccelli. L’allenatore conclude nella giornata odierna la sua esperienza sulla panchina biancorossa con il bilancio di nove vittorie, dieci pareggi e due sconfitte in campionato e il superamento di due turni di Coppa Italia. La società intende ringraziare il mister per la correttezza, la dedizione e la professionalità dimostrata ogni singolo giorno della sua permanenza a Grosseto, augurandogli al contempo le migliori fortune umane e lavorative per il prosieguo della sua carriera. Us Grosseto 1912 informa di aver affidato provvisoriamente la guida della prima squadra a Gianni Di Meglio, ex capitano unionista e attuale responsabile tecnico del settore giovanile biancorosso, al quale vanno i migliori auguri di buon lavoro».
E così è stato ieri pomeriggio, con la squadra che ha ripreso gli allenamenti in vista della trasferta di domenica prossima sul campo del fanalino di coda, Cenaia, proprio agli ordini di Gianni Di Meglio. Niente di nuovo invece circa il nome del prossimo tecnico biancorosso, anche se resta calda soprattutto la pista che conduce a Roberto Malotti, ex tecnico del Montevarchi. Fiorentino, classe ’62, Malotti sarebbe un profilo assai gradito alla proprietà del Grifone. Due campionati vinti con il Montevarchi, uno da giocatore e uno da allenatore. Grintoso, amante del calcio offensivo, ma attraverso il 4-3-1-2. Grande lavoratore sul campo, bravissimo con i giovani e poco amante delle “prime donne” tra i giocatori. Chi lo conosce bene lo definisce un sergente di ferro che si è dovuto fermare ai box per problemi di salute. Le parti si sono sentite e stando alle indiscrezioni, Malotti gradirebbe Grosseto (dopo aver rifiutato Siena l’estate scorsa), ma ci sarebbero delle complicazioni lavorative che al momento avrebbero frenato il tutto. Mollata invece la pista che portava a Big Mac Maccarone che per venire a Grosseto avrebbe avanzato richieste ritenute groppo esose dalla proprietà biancorossa. Così, qualcuno sussurra che la transizione Di Meglio potrebbe anche essere qualcosa di più di una semplice supplenza in attesa di trovare il nuovo rettore. La partita comunque è aperta e ogni momento è buono perché arrivino notizie ufficiali. Il tutto mentre dal giudice sportivo non arriva niente a carico del Grifone che almeno dal punto di vista numerico, a Cenaia dovrà fare a meno solo degli infortunati. 

 

Primo piano
Turismo e servizi

Sulla costa toscana è estate tutto l’anno, gli stabilimenti aprono già a marzo: ecco dove e su cosa puntano i balneari

di Ilenia Reali
Le nostre iniziative