Il Tirreno

Grosseto

Grifone, un punto per la prima È mancato il colpo vincente

Paolo Franzò

Biancorossi pericolosi in molte occasioni ma anche il Modena si è fatto vedere spesso dalle parti di Barosi 

30 agosto 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Paolo Franzò

GROSSETO. Grifone e Modena non si fanno male nella prima di campionato, anche se lo 0-0 finale non rispecchia in pieno una gara comunque vivace nella quale a turno le squadre hanno provato a superarsi.

Non ci sono sorprese nell’undici del Grosseto annunciato alla vigilia. Debutto assoluto per Arras in attacco al fianco di Moscati, per il resto è la stessa squadra che aveva battuto il Campobasso in Coppa Italia. Partita che comincia a buon ritmo, col Modena più intraprendente, ma il Grosseto attento e pronto a ripartire. All’11’, fuga di Raimo sulla destra e preciso cross per Cretella il cui colpo di testa a botta sicura, trova la miracolosa respinta col piede di Gagno. Due minuti dopo, Raimo ci prova da fuori, con palla alta sulla traversa. Al 19’ si fa vedere Arras con un potente destro neutralizzato da Gagno. Il Modena invece si vede solo con un tiro da lontano al 25’ di Marotta che non impensierisce Barosi. Al minuto 36 però è il Modena a fare paura con Marotta che di testa colpisce il palo alla destra di Barosi. In pieno recupero Marotta va a contatto con Siniega in area biancorossa e chiede il calcio di rigore che il direttore di gara non concede. Così le squadre vanno al riposo col punteggio iniziale.

La ripresa si apre con gli stessi ventidue del primo tempo e il Modena che aveva già sostituito per infortunio Renzetti con Ponsi. Grosseto che comincia bene, con Arras e Marigosu particolarmente intraprendenti e al 4’ Cretella ha una buona chance da fuori area, ma il tiro risulta troppo debole per poter impensierire Gagno. Passano quattro minuti e stavolta Cretella, ancora da fuori, fa partire un missile che esce di poco dallo specchio della porta emiliana. Al minuto 12, cross dalla sinistra e Ogunseye di testa costringe Barosi agli straordinari per salvarsi in corner. Al 17’ doppio cambio nel Grosseto, con Ghisolfi e Dell’Agnello dentro per Marigosu e Moscati. Modena pericoloso tra il 25’ e il 27’, prima con Scarsella che impegna Barosi da posizione defilata e poi con Gerli, il cui tiro al volo dal limite esce di poco. Al 29’ ancora super Barosi a dire di no a Scarsella. Poi Magrini toglie Fratini e mette Piccoli. Al 33’ si rivede il Grosseto con una bella azione che porta al tiro Ghisolfi, ma la conclusione è troppo centrale e facile preda di Gagno. Al 35’ il Grosseto esaurisce i cambi con gli ingressi di Biancon e Artioli al posto di Semeraro e Arras. Al 38’ si vede Dell’Agnello con un destro dal limite che impegna severamente Gagno. La gara si chiude col Modena un po' sulle gambe e il Grosseto alla ricerca del colpo vincente che però non arriva.

Sostanzialmente un pareggio giusto tra due squadre dagli obiettivi ben diversi in questo campionato, col Grosseto che dimostra di avere già una discreta condizione atletica e che fa vedere giovani molto interessanti. Domenica prossima, biancorossi in trasferta a Pistoia con alcune certezze in più, sia in fase difensiva, nettamente migliorata rispetto alla gara di Coppa Italia col Campobasso che in fase di costruzione. Modena che certamente deve crescere se vuole puntare alla vittoria del campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La sfida dell’energia

Geotermia in Toscana, la partita delle concessioni e degli extra profitti: oggi valgono 600 milioni all’anno

di Mario Neri
Cinema in Toscana