Il Tirreno

Grosseto

Commercio

Tortelleria in piazza: un simbolo di Maremma alla conquista del centro di Grosseto

di Maurizio Caldarelli
Tortelleria in piazza: un simbolo di Maremma alla conquista del centro di Grosseto

Pasta fresca da asporto, poi pranzi e cene a volontà. Per Roberto Delli è il secondo punto vendita in città

16 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. Il tortello, l’indiscusso re della gastronomia tipica maremmana, sbarca in centro a Grosseto.

Domani apre i battenti, in piazza de Maria, la Tortelleria di Roberto Delli, il mastro pastaio più famoso della Maremma, un locale nel quale dal mattino sarà possibile acquistare la pasta fresca, tortelli, ma anche pici, tagliatelli, gnudi, gnocchi, fino ad arrivare al tordello di carne. Dall’ora di pranzo si potranno gustare i piatti che hanno reso la nostra terra conosciuta nel mondo.

Roberto Delli è un vulcano di idee, un appassionato mastro pastaio che cerca di valorizzare sempre di più i sapori della nostra cucina, di abbinare i piatti della tradizione a sughi sempre più ricercati e prelibati.

«È il secondo punto vendita della Tortelleria Maremmana, dopo quello all’interno del centro commerciale Aurelia Antica – spiega Delli – con l’aggiunta della vendita diretta della pasta fresca, grazie al fatto di poter offrire ampi spazi del nuovo locale anche alle nostre eccellenze da asporto. Questo punto di ristoro parte con un’idea green verso la clientela. La novità più gustosa è che in piazza de Maria, nei locali che hanno ospitato ultimamente un ristorante indiano e qualche anno fa anche una pasticceria notturna, non si pagherà l’acqua: i clienti potranno riempire la loro borraccia con acqua naturale e frizzante e bere a volontà senza spendere un euro e soprattutto non utilizzando bottigliette di plastica. Tra l’altro, dopo un tot di pasti consumati, chi sceglie il nostro locale avrà in omaggio una borraccia personalizzata».

Roberto Delli, fondatore del “Consorzio dei Produttori del Tortello Maremmano” con il quale è partito l’iter per il riconoscimento del prodotto Igp, si prepara a questa nuova esperienza con entusiasmo, forte di una lunga esperienza in questo mondo.

«La Tortelleria Maremmana di piazza de Maria – aggiunge – è destinata soprattutto a chi vive il centro, al grossetano che non vuole spostarsi con la macchina e vuole un pasto veloce o vuole cenare bene e fare poi una passeggiata per il corso. Faremo un servizio solo all’interno (non essendoci purtroppo spazi esterni), utilizzando prodotti biodegradabili, tovagliette e stoviglie usa e getta».

L’idea di Delli è quella di fare un servizio continuato, sette giorni su sette, anche se dipenderà dalla risposta della clientela.

La Tortelleria aprirà alle 9 del mattino per chi vuole acquistare la pasta fresca da portare a casa, mentre da mezzogiorno si potrà cominciare a mangiare, fino alle 15. La sera si potrà cenare dalle 19. «Non abbiamo ancora deciso l’orario di chiusura – spiega – ma non vogliamo chiudere tardissimo. Abbiamo anche pensato a come evitare lunghe file davanti al locale. I clienti che prenotano un pasto verranno avvertiti telefonicamente, a video, che è arrivato il loro turno. I prezzi? Saranno quelli che pratichiamo all’Aurelia Antica, d’altro canto non siamo un ristorante nel vero senso della parola. I nostri clienti si servono da soli. La mission è quella di far conoscere alla popolazione e ai turisti che frequentano la nostra città piatti gustosi, a prezzi abbordabili per tutte le tasche. Il principe rimane il tortello, quell’impasto di ricotta e spinaci (proposto solitamente in una porzione da 200 grammi) che ci rende unici nel mondo della ristorazione e ci fa conoscere nel mondo intero. Invito fin da ora, a chi non l’avesse ancora fatto, ad assaggiare anche i nostri gnocchi e i pici, altri due piatti che fanno parte dello storico menu della Maremma». 


 

Le ultime
Il decreto

Dal governo via libera al Salva-casa: vetrate e sanatorie, le nuove regole