grosseto
cronaca

Addio a Cosimo Spaziani morto a 60 anni dopo lunga malattia

«Amava i Kiss, il tennis, la moto Triumph, ed era di un garbo assoluto»


23 giugno 2022 Enrico Giovannelli


Castiiglione della Pescaia Si sono tenuti nel pomeriggio di mercoledì 22 a Castiglione nella chiesa di Santa Maria Goretti, in forma riservata, i funerali di Giovanni Cosimo Spaziani, 60 anni, morto dopo una lunga malattia.

Una persona conosciuta, dal carattere riservato come la sua famiglia, ma amante dello sport, in particolare il tennis, la musica, le auto e moto veloci.

A ricordarlo sono stati tanti amici, specialmente sui social, increduli per una vita terminata troppo presto di una persona benvoluta e disponibile con tutti. Le condoglianze, anche se la famiglia ha cercato il massimo riserbo, sono continuate ad arrivare, fra tutte quella dell’avvocato Roberto Baccheschi, suo compagno di scuola da ragazzo, che ne ha tracciato un ricordo commosso e pieno di tristezza, per la perdita di una persona cara. «Giovannino (il suo soprannome che gli è rimasto appiccicato fin da bambino) era una persona buona – ha scritto Baccheschi – siamo stati insieme al Liceo Classico dal 1976 al 1981, col Napo, il Tata, il Nanio, il Fiorone, il Fanti, il Vecchieschi. Amava i Kiss, il tennis, la moto Triumph, ed era di un garbo assoluto. Celebri le feste a sorpresa che io e Napo si organizzavano a casa sua, a sua insaputa. E che lui accettava di buon grado, con 20 o 30 persone in casa a mangiare i ricchi buffet fatti da sua mamma. Con lui se ne va un amico, che ha smesso di soffrire per una brutta malattia, un padre di famiglia e una persona per bene. Ciao Giovannino».
Giovanni Cosimo Spaziani, figlio di Luciano Spaziani a lungo direttore della Camera di commercio di Grosseto, dopo il Liceo Classico ha studiato all’Università e poi era andato a vivere a Castiglione della Pescaia con la moglie e un figlio ventenne, Vittorio, che studia all’Università.

In campo lavorativo Spaziani è stato referente informatico di Grosseto Sviluppo, per poi gestire il suo agriturismo, Il Montoto, a Castiglione della Pescaia. «È Un uomo con un cuore d’oro – ha detto ancora l’avvocato Baccheschi – e quando eravamo al liceo, quello che era suo era di tutti noi amici». l


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.