Il Tirreno

Grosseto

guardia di finanza 

Reddito di sostegno irregolare Sanzionate dodici persone

Reddito di sostegno irregolare Sanzionate dodici persone

30 dicembre 2021
2 MINUTI DI LETTURA





castiglione della pescaia. I militari della Tenenza di Castiglione della Pescaia della guardia di finanza hanno scoperto e sanzionato in via amministrativa dodici persone che, ospiti di una struttura con oneri a carico dello Stato, avrebbero indebitamente percepito il reddito di emergenza (il cosiddetto Rem), una misura di sostegno economico istituita con il Decreto Rilancio del 2020, in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza Covid. In totale sarebbero stati circa 20mila euro i soldi che sarebbero stati illecitamente ottenuti.

Le indagini, spiegano le fiamme gialle, «sono state sviluppate in maniera trasversale, incrociando gli elementi attinti dalla costante attività di controllo economico del territorio con talune segnalazioni e le banche dati a disposizione del Corpo. A seguito di tali approfondimenti sono quindi emerse le posizioni dei 12 soggetti che, pur fruendo di una struttura con totale supporto e spese dello Stato, avevano sia già ottenuto diverse quote di Rem, mediamente 1.200 euro ciascuno in quote mensili, sia avviato ulteriori pratiche e richieste per nuovi sussidi pubblici. Ciò, però, in violazione della normativa in questione che, specificamente, esclude dal beneficio tutti coloro che soggiornano e fruiscono di strutture al cui pagamento provvede lo Stato».

L’attività dei finanzieri, si spiega ancora, «ha innanzitutto consentito di stroncare ulteriori irregolari flussi economici in danno della collettività e dei contribuenti, nell’ordine di diverse migliaia di euro che stavano per essere incassati dagli indebiti richiedenti. Inoltre è stato ricostruito quanto già illecitamente ottenuto», «in totale 20mila euro, procedendo con le conseguenti sanzioni amministrative» e «l’avvio delle procedure per il recupero del dovuto».

Le fiamme gialle assicurano che le attività «a presidio della spesa pubblica anche in questo contesto proseguiranno per garantire la tutela dei più bisognosi, per fare in modo che le agevolazioni giungano a chi effettivamente ha diritto, nonché per salvaguardare le casse dello Stato e degli Enti». Un’attività di controllo che si affianca a quelle che normalmente le fiamme gialle svolgono nel corso del proprio lavoro.

Primo piano
Elezioni

Ballottaggi in Toscana, si vota in 18 città: seggi aperti oggi e domani. Le 4 sfide ad alta tensione

di Mario Neri