Il Tirreno

Grosseto

IL PROGETTO 

Mercato, via libera alla riqualificazione Stand, degustazioni e un chiosco al centro

Michele Nannini

La giunta ha approvato il piano definitivo: la volontà è quella di migliorare la struttura e renderla un luogo di incontro 

29 agosto 2021
2 MINUTI DI LETTURA





Michele Nannini

FOLLONICA. La giunta comunale nell’ultima seduta ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo di riqualificazione interna del mercato coperto. Un intervento atteso dagli operatori ormai da parecchi anni e che nelle intenzioni dell’amministrazione del golfo andrà a ridisegnare gli spazi interni dei vari commercianti e la fruizione dell’intera area, con una rivisitazione del ruolo del mercato stesso.

Non più semplice insieme di rivenditori di vari generi alimentari ma punto di incontro e somministrazione sull’esempio di quanto previsto per strutture simili, come ad esempio il mercato centrale di Firenze. Cinquantamila euro l’importo dei lavori, 32mila dei quali finanziati da un contributo della Regione e il resto dai fondi comunali.

In un incontro a inizio settembre Comune e Consorzio mercato coperto programmeranno in maniera più analitica le modalità di svolgimento dei lavori che dovrebbero iniziare a ottobre e concludersi entro la fine dell’anno. Il mercato coperto è un edificio di proprietà comunale in piazza XXIV Maggio che dalla sua nascita ospita al proprio interno box per la vendita al dettaglio di prodotti alimentari. Il fabbricato attuale – prima infatti il mercato era all’aperto – è stato realizzato negli anni Settanta e ha subito nel tempo numerosi interventi di manutenzione sia nella copertura che nella realizzazione dei servizi igienici per favorirne la fruibilità da parte dei cittadini. L’obiettivo della riqualificazione è quello di adeguare la struttura alle nuove esigenze della popolazione, che sempre più chiede di conoscere e degustare i prodotti locai.

Il progetto vuole quindi attribuire al mercato coperto un ruolo ancor più centrale nella realtà enogastronomica del territorio, favorendo la creazione di un luogo dove non ci si limiti ad acquistare il prodotto locale ma lo si conosca consumandolo sul posto. Materialmente la riqualificazione prevede la demolizione delle strutture in muratura che attualmente disegnano gli stalli attribuiti alla vendita di frutta e verdura, collocati al centro del mercato, per liberare lo spazio centrale da destinare poi alla creazione di un chiosco per la distribuzione di alimenti e bevande che insieme a opportuni arredi possano costituire un elemento di attrazione e riqualificazione dell’immobile e dell’attività commerciale nel suo insieme. La nuova struttura avrà un ingombro di 30 metri quadrati, aperta su tutti i lati e priva di copertura con la possibilità di somministrazione ma non di preparazione dei cibi. Il mercato coperto così pensato potrà quindi – nelle intenzioni degli amministratori – offrire ulteriori occasioni di sviluppo economico e commerciale. Una strada coraggiosa che vuole privilegiare l’enogastronomia di qualità permettendo quindi anche un’apertura oraria più ampia di quella attuale. Seguendo gli esempi virtuosi che un po’ in tutto il mondo stanno trasformando i vecchi mercati popolari in luoghi di aggregazione e degustazione dei prodotti dei rispettivi territori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Pianeta scuola e università

Ferrari, Don Abbondio e colesterolo: cosa c’è nel test di Medicina e quando usciranno i risultati