Il Tirreno

Grosseto

l'emergenza coronavirus

Dal Livornese a Massa con la scusa di vedere il padre, ma lui lo sconfessa

Dal Livornese a Massa con la scusa di vedere il padre, ma lui lo sconfessa

Controlli dei carabinieri prima del 26 aprile, l'anziano dichiara: "Non ci vediamo da 20 giorni"

27 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





MASSA MARITTIMA. I controlli svolti dai carabinieri di Follonica durante il fine settimana alla circolazione stradale hanno fatto emergere come alcune pratiche scorrette si ripetono con una certa puntualità.

Sul fronte dei controlli per il rispetto della normativa anti-Covid, che fino al 25 aprile non consentivano spostamenti fuori dal proprio comune, i carabinieri hanno registrato 13 trasgressioni. Una su tutte: a Massa Marittima, un uomo residente in provincia di Livorno si è giustificato con i carabinieri producendo un’autocertificazione nella quale dichiarava di essersi recato a trovare l’anziano padre. Quest’ultimo, sentito dai carabinieri che hanno approfondito la vicenda, ha dichiarato invece di non vedere il figlio da circa 20 giorni.

Tra i controlli extra Covid, due uomini, fermati in circostanze diverse alla guida delle loro auto, sono risultati positivi all’alcol test, eseguito sul posto dopo che i militari avevano notato un comportamento visibilmente alterato da parte loro. Per entrambi, il tasso alcolemico è risultato superiore al limite consentito, più del doppio. Entrambi sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza alcolica, e ritirata la patente di guida.

A Monterotondo Marittimo, invece, i militari hanno identificato un anziano del posto che dopo aver urtato un altro veicolo, si era allontanato velocemente. I carabinieri sono riusciti a risalire al responsabile, che dovrà rispondere della fuga dopo l’incidente.

A Massa Marittima, la perquisizione personale e veicolare eseguita a carico di un uomo appena uscito da una fitta area boschiva, ha permesso di rinvenire e sequestrare due involucri contenenti cocaina, acquistata verosimilmente per uso personale. Per quest’ultimo è scattata la segnalazione alla prefettura di Grosseto quale assuntore.

 

Primo piano
Incidenti stradali

Prato, perde il controllo della moto e si schianta contro un albero: morto a 49 anni