grosseto
cronaca

Un museo all'ex Idroscalo

Potrebbe ospitare i cimeli delle crociere atlantiche La proposta anti-degrado dell'associazione Arma aeronautica


20 settembre 2011 Gabriele Carotti


 ORBETELLO. Un museo delle crociere atlantiche nel parco dell'idroscalo: è il sogno dell'associazione Arma Aeronautica di Orbetello, che vorrebbe riunire in questa sede il materiale usato nelle crociere atlantiche. Cimeli storici, pezzi d'ala e di motori.  L'avvocato Renato Giordano, segretario dell'associazione composta per lo più da militari in congedo e vicini al pensionamento (circa 70 iscritti), commenta soddisfatto la proposta del concorso d'idee per l'area dell'ex Idroscalo di Orbetello lanciata dal Comune.  L'Idroscalo di Orbetello fu realizzato all'inizio del XX secolo per poi diventare negli anni '30 un vero e proprio centro di partenza delle crociere atlantiche (dal 1928 al 1933), ma l'eco maggiore la ebbero le due crociere atlantiche comandate da Italo Balbo, che giunsero in Brasile a Rio de Janeiro nel 1930 e a Chicago nel 1933 per l'esposizione universale. Specialmente l'ultima crociera, organizzata per il decennale della fondazione dell'Arma aeronautica, suscitò incredibili entusiasmi popolari. Orbetello nel finale della seconda guerra mondiale fu oggetto di incursioni aeree alleate e preso d'assalto dai tedeschi in ritirata. Furono questi che, durante il loro passaggio nel 1944, distrussero i principali edifici dell'idroscalo. Tra le opere abbattute c'erano le aviorimesse progettate da Pier Luigi Nervi.  Oggi l'idroscalo versa in uno stato di semiabbandono.  «L'associazione - commenta Giordano - ha intenzione di dare il proprio contributo per questo progetto in un'area che innegabilmente riveste un patrimonio storico e culturale dell'Italia. Auspico che le altre associazioni dell'arma composte da militari in congedo e altre associazioni che hanno a cuore la cura di quel luogo, si facciano carico di valorizzarlo per le future generazioni, rendendolo vivibile e godibile nell'interesse di tutta la popolazione, anche attraverso lo sviluppo di attività già nei progetti dell'attuale amministrazione».  Il sogno dell'associazione Arma Aereonautica - spiega l'avvocato - è quello di potervi creare all'interno un museo delle Crociere Atlantiche che fu un momento insuperabile dal punto di vista tecnico, commenta il segretario dell'associazione.  «Auspichiamo inoltre, una volta valorizzata l'area e speriamo creato il museo, il ritorno in terra orbetellana di quei reperti come per esempio la fontana, o resti di aerei che furono protagonisti di quella gloriosa impresa. Questi preziosi reperti sono conservati nel museo storico dell'Aeronautica di Vigna di Valle, ma una volta creato il museo la popolazione orbetellana potrebbe giustamente rivendicarne la paternità». Giordano si augura di creare al più presto un'unità d'intenti fra le associazioni a supporto del concorso d'idee per l'area oggi di proprietà comunale.

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.