Il Tirreno

Firenze

Calcio

Viola il mercato un cantiere aperto intanto domani arriva Moise Kean

di Francesco Gensini
L'attaccante Moise Kean
L'attaccante Moise Kean

Durante il ritiro della Fiorentina gli occhi saranno tutti puntati sull’attaccante. Continua il rebus centrocampo, i preferiti restano Vranckx e Thorstvedt

07 luglio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE. Un giorno al raduno, trentasei dopo l’ultima partita disputata (a Bergamo contro l’Atalanta): a che punto è il mercato della Fiorentina del nuovo corso targato Raffaele Palladino alla vigilia delle visite mediche, da continuare martedì prima dell’inizio effettivo del ritiro il 10? Un cantiere aperto, come forse doveva essere o forse no, e con un’unica novità che sarà Moise Kean, acquisto/investimento da 13, 3 milioni di spesa più 5 di bonus al raggiungimento di determinati traguardi (2 cosiddetti facili per la “posta” in palio, 3 più articolati e quindi più difficili), contratto quinquennale da 2,2 milioni a stagione: arrivo previsto proprio domani per sottoporsi al check-up clinico che nel suo caso ha il compito di dare il via libera soprattutto alla firma ufficiale con foto e annuncio.

Poi, si metterà subito a disposizione di Palladino e lo juventino, a breve ex juventino, diventerà il grande motivo di interesse della prima settimana al Viola Park in attesa di altri innesti che i tifosi della Fiorentina sperano saranno “colpi”. Chi e quando? Domande lecite, risposte da scoprire dietro comunque una traccia e un filo logico, sempre ricordando che in attacco – fallito l’assalto a Zaniolo – serve un altro rinforzo al tecnico campano, che il centrocampo è il reparto più soggetto ai cambiamenti e lì gli inserimenti saranno sicuramente due, meglio tre, mentre la difesa è a posto sulle corsie esterne (Dodô-Kayode a destra, Biraghi-Parisi a sinistra) e ha bisogno di un centrale di sostanza per integrare il terzetto Martinez Quarta, Milenkovic e Ranieri nel 3-4-3 annunciato da Palladino come modulo di riferimento almeno in partenza. Chi per l’attaccante è da capire, quando ancora di più. Dando per provato e subito abortito il contatto col Genoa per Gudmundsson, a occhio e croce ci sono in corsa due profili differenti con utilizzo differente: uno è Lorenzo Lucca e uno è Andrea Colpani. Uno idea prima (o insieme) di quella relativa a Kean che l’Udinese è convinta di tenere a Udine un anno in più per valorizzarlo ulteriormente, altrimenti ci vogliono non meno di 20 milioni per prendere l’altissima punta torinese (201 centimetri): già troppi per la Fiorentina che, però, non lo molla e cerca altre strade per sbloccare la situazione. Uno idea immediata in scia all’ingaggio di Palladino per la stessa provenienza (Monza), ma proprio davanti alle richieste di Galliani e dei brianzoli si è fermata la trattativa effettivamente mai composta: sopra i 15 milioni con punte di 18 è la domanda, prestito oneroso con diritto di riscatto intorno a quella circa è l’offerta. E ovviamente nulla di fatto. Ma Lucca e Colpani rimangono obiettivi.

Sotto con il centrocampista, anzi i centrocampisti. La lista è folta e si allunga di nuovi ingressi praticamente giorno dopo giorno: ieri, ad esempio, è stata la volta di Mandela Keita, classe 2002 dell’Anversa con fonte-Sky. Ulteriore nome che va ad aggiungersi a quelli di Bondo e Brescianini, Benavidez e Pobega, tutti in qualche modo associati con scarso successo al club viola. Che davvero nel mirino ne ha due: Aster Vranckx del Wolfsburg e Kristian Thorstvedt del Sassuolo. Mediano dalla doppia fase di gioco il 22enne belga per il quale i tedeschi chiedono 12 milioni, mediano di fase offensiva il norvegese che al Sassuolo valutano 10 milioni. Bisogna scendere di 2-3 milioni (almeno) per entrambi per vederli a Firenze, ma c’è pure la questione-ingaggio da sistemare con Vranckx che ha sparato alto. Troppo anche in questo caso per la Fiorentina.

Detto che facendo un passo indietro il titolare designato per la porta rimane Terracciano e semmai può cambiare il “secondo” con Audero al posto di Christensen, infine la difesa: piaceva Valentini del Boca Juniors, però sembra destinato alla Roma e allora i piani saranno altri.


 

Primo piano
Vacanze e risparmi

Benzina, parcheggio, ombrellone e pranzo: ecco quanto costa una giornata al mare in Toscana

di Barbara Antoni
Sport