Il Tirreno

Firenze

Volley serie A1

Il Bisonte. Arriva Adhu Malual. Ecco la vicecampionessa d’Europa

Adhu Malual
Adhu Malual

Dopo una stagione giocata a Mondovì, torna a Firenze anche Bianca Lapini

13 maggio 2024
4 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE. Una vicecampionessa d’Europa come opposto. Il Bisonte Firenze ufficializza l’ingaggio in posto due della ventitreenne Adhu Malual, che appena una settimana fa ha giocato la finale di Champions League con la maglia dell’Allianz Vero Volley Milano, perdendola al cospetto di Conegliano ma risultando decisiva con i suoi ingressi in battuta – tre ace a referto – per portare la partita al quinto set. Una stagione, l’ultima, in cui ha potuto condividere il suo ruolo con una campionessa come Paola Egonu, confermando nelle occasioni che ha avuto – miglior giocatrice per esempio contro Pinerolo con 26 punti – tutte quelle potenzialità che aveva già mostrato con Casalmaggiore e Club Italia in A1 e con le varie nazionali giovanili, fino a debuttare l’anno scorso anche nella nazionale maggiore: Malual, dall’alto dei suoi 190 centimetri di altezza, coniuga grande potenza ed esplosività con una naturale eleganza e con delle spiccate qualità tecniche, e con Il Bisonte vestirà la maglia numero 3. Nata il 14 novembre 2000 a Roma da genitori di origine sudsudanese, cresce nel settore giovanile dell’Argentario VolLei Trento, con il quale debutta anche in B2 ottenendo una promozione in B1 nel 2017. Proprio in quell’anno approda nella franchigia federale del Club Italia, con la quale in due stagioni esordisce prima in A2 e poi in A1 e nel frattempo entra anche nel giro delle nazionali giovanili, vincendo l’oro agli Europei Under 18 del 2018 e l’argento ai Mondiali Under 21 del 2019: alla fine dell’estate viene ingaggiata dal Sassuolo, in A2, poi nel gennaio 2021 si trasferisce negli Stati Uniti, alla University of Texas, per partecipare al campionato Ncaa con le Longhorns, ma alla fine della stagione americana torna in Italia, accasandosi a Casalmaggiore dove rimane per due annate. Nel 2023 debutta nella nazionale maggiore giocando la Vnl, poi passa all’Allianz Vero Volley Milano, con la quale raggiunge la finale della Champions League prima del trasferimento a Il Bisonte. «Parlando con la mia procuratrice, appena ho saputo della possibilità di venire a Firenze, non ho esitato un secondo a dire sì – dice Adhu Malual –. Non poteva capitarmi una società migliore per mettermi in gioco e dare tutta me stessa. Per la prossima stagione ho solo sensazioni positive: credo che l’aspetto più importante sia quello di creare una buona alchimia di squadra, che ci possa permettere di lavorare in armonia e di raggiungere i migliori risultati possibili».

Il Bisonte completa intanto il reparto delle schiacciatrici riportando alla base la 21enne Bianca Lapini, che fra settore giovanile e prima squadra aveva già alle spalle cinque annate da bisontina prima di provare un’esperienza in A2 con Mondovì nella scorsa stagione. Giocatrice duttile, che negli ultimi anni ha ricoperto con esiti fruttuosi sia il ruolo di banda che quello di libero, Lapini è anche e soprattutto una fiorentina doc, esempio di attaccamento alla maglia e anche di adesione ai valori de Il Bisonte: nella prossima stagione vestirà la maglia numero 17 e andrà ad aggiungersi a Anna Davyskiba, Emma Cagnin e Stella Nervininel reparto dei posti quattro. Nata il 13 luglio 2002 ad Arezzo, muove i suoi primi passi nel volley in due società fiorentine, l’Olimpia e la San Michele. Nel 2016 entra a far parte del prestigioso settore giovanile del Volleyrò Casal de’ Pazzi, in cui rimane due anni vincendo anche il titolo nazionale Under 16 nel 2018, poi torna a Firenze e si accasa al Volley Art Toscana, il vivaio de Il Bisonte. Nel 2020-2021 ottiene la promozione in B1 con la Rinascita, la seconda squadra de Il Bisonte, ma contemporaneamente si guadagna le prime convocazioni per qualche match di A1, poi dal 2021 entra in pianta stabile in prima squadra. «Appena mi è arrivata la proposta, ho accettato subito – dice –. Sono molto legata a questa società, mi hanno cresciuta e abbiamo lavorato insieme fin dai tempi del settore giovanile: per me Il Bisonte è casa e non vedo l’ora di riabbracciare tutti. Siamo un gruppo molto giovane, ma sicuramente abbiamo tantissima voglia di lavorare per far divertire i tifosi: non vedo l’ora di cominciare per conoscere le nuove compagne».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
Violenza domestica

Agrigento, accoltella la moglie e due figli e si barrica in casa: i bambini in rianimazione