Il Tirreno

Empoli

Calcio

In Trentino il ritiro degli azzurri michevoli con Ingolstadt e Spezia

In Trentino il ritiro degli azzurri michevoli con Ingolstadt e Spezia<br type="_moz" />

Empoli domani primo allenamento di gruppo: venerdì test contro Castelfiorentino Luperto va a Cagliari: sale l’interesse per Viti, spunta anche il nome di Cistana 

07 luglio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. Tutto fatto per Sebastiano Luperto al Cagliari. Il difensore centrale ieri si è sottoposto alle visite mediche di rito a Roma e domani raggiungerà i sardi per la prima parte del ritiro ad Assemini, ritrovando sulla panchina mister Davide Nicola con cui intraprenderà una nuova avventura calcistica.

È arrivata dunque l’ufficialità dopo giorni di rumors che davano i due in procinto di lasciare la barca azzurra. Quella rossoblù è la quarta maglia di Serie A indossata dal giocatore leccese dopo Napoli, Crotone ed Empoli. L’ex capitano lascia un ottimo ricordo a Empoli, dove ha militato in totale quattro stagioni: in Serie B l’anno 2017-2018 e poi gli ultimi tre campionati nella massima serie, contribuendo sensibilmente alla salvezza della squadra alla fine di ogni anno. In totale con gli azzurri il giocatore ha raccolto centoventidue presenze e cinque reti in quattro stagioni. Memorabile per lui quest’ultimo campionato, culminato con l’impresa-salvezza, dopo aver sempre trovato spazio in campo da titolare, collezionando ben trentotto presenze e una rete, con solo quattro ammonizioni rimediate.

Luperto rimpiazzerà Dossena, passato al Como e si appresta a vivere un’altra stagione da protagonista come braccetto di sinistra nel 3-5-2 disegnato dal tecnico piemontese, che negli ultimi mesi ha avuto modo di conoscerlo e comprenderne caratteristiche e potenziale. Luperto si legherà per quattro anni al Cagliari, con la società del presidente Corsi che incasserà per la sua cessione la cifra di circa quattro milioni di euro.

Chi rimpiazzerà il classe ’96? La prima scelta rimane Mattia Viti, rientrato al Nizza dopo la scorsa stagione al Sassuolo. È spuntato fuori anche il nome di Andrea Cistana. Si tratta di un difensore centrale classe ’97 originario di Brescia. Con le Rondinelle ha giocato nelle ultime sei stagioni (cinque in Serie B e una in A). Non è la prima volta che il giocatore risveglia gli interessi di un club della massima serie, ma l’Empoli se la deve vedere con la concorrenza di Monza e Fiorentina che sarebbero interessate anch’esse ad assicurarsi le prestazioni del giocatore per la prossima stagione. Andrea Cistana ha una clausola d'uscita gratuita in caso di chiamata dalla Serie A e il giocatore ha tempo fino al 15 luglio per esercitarla.

Sul fronte cessioni la società comunica di aver perfezionato l’accordo con il Sestri Levante (Serie C) per il prestito dell’attaccante classe 2005 Giuseppe Maria Brugognone, reduce dalla stagione col Seravezza Pozzi in Serie D.

Domani intanto alle ore 12 presso la Sala Hospitality dello Stadio Carlo Castellani Computer Gross Arena è prevista la presentazione del nuovo tecnico Roberto DAversa e del nuovo direttore sportivo Roberto Gemmi. Sarà presente anche il presidente Fabrizio Corsi. Sarà la prima occasione per conoscere l’allenatore e il direttore sportivo e cercare di capire i piani riguardanti il mercato in entrata, dove l’Empoli è chiamato a piazzare colpi importanti per centrare quanto prima la salvezza.

Lunedì si svolgerà il primo allenamento di gruppo: a Empoli si svolgerà la prima fase di ritiro, con due test che si terranno al Centro Sportivo di Petroio contro Castelfiorentino (venerdì 12 luglio alle 18.30) e con la formazione Primavera (martedì 16 luglio alle 18.30).

La seconda parte del ritiro empolese, da giovedì 18 a venerdì 26 luglio, si sposterà in Trentino Alto-Adige e più precisamente a Naz-Sciaves, con il gruppo squadra che soggiornerà a Bressanone, in provincia di Bolzano.

Sono state già fissate le prime amichevoli: gli azzurri affronteranno i tedeschi dell’Fc Ingolstadt 04 (sabato 20 luglio alle ore 18.00 a Caldaro sulla Strada del Vino) e contro lo Spezia (venerdì 26 luglio alle ore 15.00 a Naz-Sciaves).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Primo piano
Allarme criminalità

Dietro ai roghi di Prato la “guerra delle grucce”: un affare da cento milioni di euro

di Paolo Nencioni